PROMOTICA CENTURIONI:
La stagione è ora ufficialmente partita

Annunciato, in occasione della cerimonia, il nuovo title sponsor, Promotica.
Svelato il busto dedicato al professor Menta.
Consegnata una targa dopo la cittadinanza onoraria a Ottorino Bugatti

Una cerimonia ricca di contenuti e carica di suggestioni – legate indissolubilmente alla storia presente e passata del club rossoblù -, ha sancito  l’inaugurazione ufficiale del Maw Stadium di Villa Carcina, la casa dei Promotica Centurioni ultimata di recente.

Prima del taglio del nastro l’attenzione si è rivolta alla presentazione della formazione Seniores, – che settimana prossima inaugurerà il cammino di serie A -, in presenza del presidente Ottorino Bugatti, del General Manager dei rossoblù, Luca Raza, di Moris Cadei, sindaco di Villa Carcina, di Stefano Colosio, Assessore allo sport del Comune di Villa Carcina, di Diego Toscani, presidente e amministratore delegato di Promotica.

Il saluto al club è arrivato anche daGianmaria Giraudini, della Comunità Montana, e da Angelo Bresciani, presidente Crl

La cerimonia ha inoltre rappresentato l’occasione per presentare il nuovo Title sponsor, Promotica, che accompagnerà il nome dei Centurioni durante l’intera stagione. Commozione e senso di gratitudine hanno contraddistinto il momento in cui è stato svelato – alla presenza delle figlie  Francesca e Ritail busto realizzato dall’artista Giampietro Moretti, dedicato alla figura del professor Bruno Menta, che portò il rugby a Lumezzane e in tutta la provincia. In visita al Maw stadium per il saluto alla società e ai tifosi rossoblù, anche Marcello Violi e Junior Laloifi delle Zebre.

«Ringrazio tutti coloro che hanno creduto in questo progetto –  ha dichiarato Ottorino Bugatti, presidente del club Promotica Centurioni -. Dal Comune ai collaboratori, agli sponsor e ai sostenitori perché senza di loro sarebbe stato impossibile realizzare questo sogno.
Sono emozionato anche perchè con questo evento inauguriamo il busto realizzato in ricordo della figura del professor Menta, a riconoscenza del suo apporto  a tutta la società e all’universo del rugby provinciale.

Nella metà degli anni Sessanta gran parte di noi nemmeno sapeva cosa fosse il pallone ovale. Il 90 per cento dei ragazzi che si era ritrovato, allora, al Rossaghe, sotto l’impulso di Menta, era prima volta che vedeva quel tipo di pallone. Da lì siamo partiti, una crescita importante del rugby a Brescia, culminato con lo scudetto della formazione cittadina. Menta era sempre in fermento. E’ stato il fondatore del nostro club, e lavorava anche per il Coni. Ha portato importanti interventi sia al Lumezzane Rugby che al Fiumicello. Dal 1964 amici e studenti di Bruno Menta hanno preso in mano le redini del nostro club. Nel 1970 siamo divenuti autonomi dal punto di vista del direttivo sempre con la supervisione del professore. Un riconoscimento alla sua figura era più che doveroso. È stato un educatore prima che uno sportivo e ha aiutato tantissimo il nostro movimento e il nostro club»

Fondamentale, nella logica di sviluppo del club rossoblù la stretta collaborazione con territorio ed enti comunali. In particolare Villa Carcina, luogo ove ha trovato casa da due anni la centuria rossoblù.

Il sindaco di Villa Carcina, Moris Cadei: «Per Villa Carcina questa inaugurazione rappresenta un evento storico. La pratica della costruzione del nuovo stadio è partita nel 2017 ed oggi trova compimento. Abbiamo avuto modo di augurare 12 ottobre 2019 il campo e ora con un ulteriore intervento si completa il lavoro su un centro sportivo importante per noi e per l’intera valle che potrà beneficiare della attività che i  Centurioni svolgono soprattutto tra i ragazzi e i bambini. E questo passaggio rientra nel percorso di modernizzazione del nostro paese.

Ricordo inoltre che è stato recentemente inaugurato il Centro sportivo Comunale di Cogozzo, intitolato a Tracconaglia. E’ ovvio che la nostra riconoscenza va alla società, a Bugatti e ai Centurioni per tutto quello che è stato fatto e per quello che qui si farà. Ieri abbiamo non a caso conferito la cittadinanza onoraria proprio a Ottorino Bugatti, e oggi gli abbiamo voluto consegnare una targa che riporta la scritta ‘A colui che ha saputo trasformare la passione sportiva in missione umana’»

«È un giorno importante per Villa Carcina – ha sottolineato anche l’assessore allo sport di Villa Carcina, Stefano Colosio -.  L’inaugurazione del Maw Stadium, rappresenta l’inizio di un futuro sportivo, ricco di valori che permetterà alle attuali e future generazioni di praticare un sport nobile come il rugby grazie alla società dei Centurioni, all’interno di una struttura all’avanguardia.  Questo è di fatto il cuore centrale di un intero centro sportivo che è risorto e permette di praticare svariate discipline: dal tennis, all’arrampicata, dallo yoga, alla pallavolo, dalla ginnastica ritmica alla danza. Senza dimenticare il meraviglioso parco pubblico a contorno per i più piccini.

Come assessore allo Sport non posso che essere più che felice di vedere molti bambini e molte bambine, con i loro  genitori passare intere giornate a giocare e crescere in questa nuova struttura all’avanguardia.
Un particolare ringraziamento lo devo ai funzionari del Comune e al lungimirante Presidente Ottorino Bugatti che hanno reso possibile questa impresa. Ormai da anni i Centurioni diffondono i valori dello sport a Villa Carcina, nelle scuole e in altre sedi. Abbiamo quindi come amministrazione conferito il riconoscimento della cittadinanza onoraria al Sig. Ottorino Bugatti, perché è un un’onore per la nostra comunità ospitare un appassionato di cultura e sport che ha dedicato un’intera vita rivolgendo tutte le sue energie verso i giovani di oggi e di ieri. Credo che la migliore testimonianza di quanto affermo oltre ai ragazzi sono anche i tanti, siano i non  più giovani che sono qui intorno a noi oggi a dimiostrazione dell’immenso lavoro fatto».



Il General Manager dei Centurioni, Luca Raza: «Finalmente inauguriamo il nostro centro sportivo tanto atteso. Una inaugurazione che giunge al culmine di un percorso lungo 7 anni, che ha visto, nel mezzo, anche il dramma del covid. 
Sotto il profilo dell’adesione al nostro club abbiamo ripristinato i numeri pre covid e questa è la soddisfazione principale. In aggiunta annunciamo anche la nascita di due nuove categorie un settore old e uno femminile.

Questo significa che i nostri progetti continuano in maniera costante. Prosegue il nostro impegno a livello sociale attraverso l’inserimento di progetti che possono rendere la nostra mission sportiva inclusiva per tutti.
Apriamo anche ai piccoli studenti, attraverso il progetto scuole e abbiamo inserito tra le varie attività proposte il progetto Baby Centurioni. Siamo conosciuti in tutta la Valtrompia, abbiamo sviluppato collaborazioni a livello federale ed in provincia con tanti club del territorio. E’ un club in continuo movimento ed evoluzione e aperto a tutti. Avremmo voluto invitare anche gli esponenti delle società bresciane ma purtroppo per le restrizioni anti-covid alle manifestazioni abbiamo dovuto limitare gli inviti.

Oggi, inoltre, è stata l’occasione ufficializzare il nostro nuovo title sponsor. Lo ringraziamo perché quest’anno Promotica si conferma un partner importante nel percorso di crescita del club. Colgo l’occasione anche per ringraziare gli sponsor presenti che ci hanno sostenuto, come Promotica, anche e soprattutto nei momenti di difficoltà»

Diego Toscani, AD di Promotica, in occasione della presentazione, ha così commentato: «Siamo entusiasti di affiancare i Centurioni Rugby, che si è contraddistinto per successi sia della squadra Seniores sia degli Juniores e che ha formato molti giovani atleti. Il rugby è uno sport di contatto e molto intenso che richiede grandi energie, il tutto nel pieno rispetto dell’avversario e delle regole, con senso di lealtà e amicizia. Promotica abbraccia appieno i valori di questo nobile sport e ha deciso di sostenere una delle squadre più rappresentative e storiche d’Italia».

La prima squadra è guidata da coach Ivano Bonacina, che ha parlato così dei suoi: «La società sta facendo uno sforzo molto importante e i risultati si vedranno sul medio lungo termine. Io mi sento onorato di esser uno dei protagonisti di questo progetto. Una squadra che vede tanti giovani reduci da periodo di no-rugby di un anno e mezzo dilata nel tempo l’evoluzione del progetto. Per noi è un anno zero, la squadra è cambiata moltissimo e dobbiamo trovare l’amalgama di un gruppo che si sta conoscendo. Dal punto di vista dei contenuti tecnici abbiamo tanto da fare,  e si è visto anche domenica nell’amichevole contro Verona che per I Centurioni la preparazione non è ultimata. Siamo però molto confidenti, in quanto siamo una squadra giovane di buon livello. Dobbiamo avere pazienza, ma stiamo iniziando un percorso che ci vuole portare ad avere ambizioni e contenuti di un certo spessore. Per fare questo nessuno vuol perdere nemmeno un secondo. Ci può stare una batosta come quella di domenica contro Verona. Ci è servito per avere indicazioni che ci potranno essere fondamentali durante il campionato. Ho voluto proprio per questo un precampionato duro, per testare la squadra. Stiamo lavorando molto bene, ho sensazioni molto positive»
 
Il General Manager, Luca Raza. In merito alla Prima squadra, che è stata presentata oggi: «Possiamo dire di aver costruito una formazione che mette le basi per il futuro, composta da ragazzi giovani che ben si integrano all’interno del club. Ragazzi, questi, che hanno la possibilità di crescere a livello tecnico, sostenuti in questo percorso di crescita dai veterani e dai giocatori di ottima caratura che possiamo vantare. La nostra è una squadra costruita per le prime posizioni di campionato. Crediamo infatti che avere una team di buon livello possa essere da traino per l’intero movimento. Siamo inoltre molto contenti di vedere che i ragazzi cresciuti nelle giovanili del club  ora approdano in seniores».