I risultati sportivi positivi, i numeri di tesserati in continua crescita e un modello che ha mostrato concretamente la sua validità hanno portato il Rugby Lumezzane – che dall’iscrizione al prossimo campionato si chiamerà Centurioni Rugby – a confermare in larga parte lo staff tecnico dello scorso campionato.

A ricoprire il ruolo di direttore tecnico e di head coach della formazione Seniores sarà ancora Francesco Filippini, per il terzo anno alla guida del 15 rossoblù. La conquista della promozione in serie B al primo tentativo nella stagione 2016/2017 e il 6° posto finale dello scorso campionato sono state le basi per la conferma della sua panchina e della responsabilità sull’intero staff tecnico del club.

A coadiuvarlo nel ruolo di viceallenatore della prima squadra, con specifica responsabilità del gioco della mischia e della touche, sarà Gaston Cuello, giocatore con grande esperienza e già capitano rossoblu nelle passate stagioni.

Un ritorno voluto con determinazione dal club è quello di Daris Ghidini, già allenatore dell’Under18 del Lumezzane per due stagioni, e con una specifica e qualificata preparazione nella gestione di formazioni juniores. Ne è prova il suo ricco curriculum vitae nel settore dove, oltre alle panchine di Botticino e Rovato con le squadre Under 18 e Under 20, si annoverano importanti risultati agonistici conquistati. Il tecnico sarà anche  responsabile delle posture nel gioco chiuso degli avanti dall’Under 14 fino alla formazione Seniores.

Confermato il tandem composto da Pierangelo Ceretti e Nicola Letinic. Il primo manterrà il ruolo di head coach della formazione Under 18 e di responsabile dei trequarti della squadra Seniores, mentre il secondo sarà il suo vice nella squadra Juniores, oltre a dirigere apprendimento, sviluppo e gestione dei calci dall’Under 14 alla prima squadra. Una composizione questa che è rimasta immutata grazie anche all’ottimo risultato conseguito dai due tecnici con l’Under 18 rossoblù nella passata stagione: infatti, la squadra è giunta in semifinale nei barrages per l’accesso all’Elite. Una corsa che si è interrotta solamente per una differenza punti sfavorevole nel doppio impegno col Rugby Monza.

Un’altra bandiera della formazione Seniores, Enrico Scotuzzi, abbandonato il rugby giocato al termine di un campionato di grande qualità, vestirà i panni di Team Manager della formazione Seniores, raccogliendo il testimone da Armando Cometti, il quale rimarrà stabile nel consiglio direttivo della società.

Confermato Alessandro Saleri nel ruolo di preparatore atletico di Prima squadra e Under 18.

Un’altra importante novità riguarda il movimento giovanile dei Centurioni. Fiorenzo Gobbi, tra le figure storiche del club, manterrà il ruolo di head coach della formazione Under 16 e diventerà anche supervisore dell’intero movimento giovanile rossoblù. Una scelta che premia e ottimizza la sua spiccata qualità di comunicatore coi giovani giocatori e le rispettive famiglie.

Infine, Roberto Parisi gestirà piccoli Centurioni dell’Under 8, condurrà per la terza stagione l’innovativo Progetto Motoria e ha assunto anche la carica di responsabile del Progetto Scuola condotto dal club, accostando Francesco Filippini al timone della complessa macchina organizzativa. Un’attività che rappresenta una delle punte di diamante della società presieduta da Ottorino Bugatti.

A dirlo, i numeri: nell’anno scolastico appena concluso, lo staff di educatori rossoblu ha operato in circa sessanta plessi nei comuni di Lumezzane, della Valtrompia e della Valsabbia con un’offerta che ha coinvolto bambini e ragazzi dalle scuole dell’infanzia agli istituti superiori, abbattendo il muro delle 1.500 ore di intervento.

«Siamo orgogliosi del percorso che il nostro movimento sta compiendo – commenta il General Manager Luca Raza – sia per l’aumento dei numeri dei nostri tesserati sia per i risultati sportivi che le nostre formazioni hanno raggiunto. Questi sono elementi che confermano le qualità del modello tecnico identificato, e le conferme vanno lette anche come la capacità mostrata dai tecnici di inserirsi in questa struttura articolata, fatta di personale con mansioni e caratteristiche specifiche che lavorano contemporaneamente e in sinergia.

Le nuove responsabilità affidate a Gobbi e Parisi, più il ritorno in rossoblù di Ghidini, rientrano a loro volta nella strategia del nostro club che, in modo concreto e non retorico, vuole fare del valore del legame e dell’appartenenza un cardine imprescindibile dell’oggi e del domani. Obiettivo che si persegue valorizzando e promuovendo le qualità delle persone che hanno dimostrato un legame sincero con i nostri colori.

L’investimento ingente al quale siamo disposti a fare fronte nell’eventualità in cui vada a buon fine la procedura di assegnazione dei lavori di riqualificazione e di relativa gestione trentennale del centro sportivo Dei Pini a Cogozzo di Villa Carcina è da considerare come direttamente proporzionale alle ambizioni sportive che nutriamo. Obiettivi alti che partono dalla conquista del girone Elite 1 della nostra Under 18, dopo due stagioni nelle quali la meta è stata molto vicina ma è sfuggita sempre nelle battute finali. Allo stesso tempo stiamo allestendo una formazione Seniores che, pur nel rispetto della nostra strategia che punta su giovani giocatori promettenti, guarda a obiettivi importanti e in linea col nostro progetto sportivo complessivo, fortemente legato alla nuova “casa” che speriamo di avere».