Pronto il calendario di Serie B

Prima a Ospitaletto contro il Rugby Franciacorta, poi la trasferta piemontese a Biella

Dopo la lunga attesa per via della vicenda Aquila Rugby Club (per lei rinuncia alla serie A), la Federazione Italiana Rugby ha diramato nelle scorse ore il calendario della prossima stagione di serie B. Come anticipato all’indomani dell’ultimo Consiglio federale, oltre alla neopromossa Amatori Genova, farà parte del Girone 1 anche il Rugby Varese – promosso grazie all’ascesa in serie A di Amatori Alghero (i sardi hanno profittato della rinuncia del Villorba Rugby, primo nella graduatoria del ripescaggio).

«Fatto salvo che i calendari sono scelte operate dalla Federugby, quindi sempre accolte con massimo rispetto – commenta il direttore tecnico Francesco Filippini –, per quanto ci riguarda pare che gli impegni della prossima stagione siano disposti con maggiore equilibrio e omogeneità.

Senza dubbio, l’inizio sarà impegnativo con la trasferta sull’ostico campo del Capoterra: gli avversari sardi e il lungo viaggio aumenteranno il grado di difficoltà dettato dall’esordio stagionale. Comunque, il via stagionale posticipato al 14 ottobre permetterà di preparare l’impegno con ulteriore cura.

Nel complesso sarà determinante gestire al meglio le pause di campionato, come sempre abbastanza frequenti. Difficile in questa fase effettuare una disamina chiara dei nostri avversari: tutti andranno affrontati con estrema attenzione, ma certo Monferrato sembra essere un gradino sopra tutte le altre, in continuità con quanto visto la scorsa stagione».

L’head coach ripercorre anche gli obiettivi stagionali, già annunciati nelle scorse settimane dalla società: «Intendiamo migliorare la sesta posizione dello scorso anno (sarebbe stata la quinta se non fosse occorsa una penalizzazione a inizio stagione per questioni burocratiche, ndr), ma come nostra abitudine ragioneremo per gradi intermedi. Il primo step sarà rappresentato dal raggiungimento dei 40 punti in classifica, successivamente cercheremo di ritagliarci un posto tra le prime quattro.

Intendiamo impiegare i giorni di ritiro (21-23 settembre) anche per condividere con i nostri giocatori gli obiettivi che la società e lo staff tecnico si sono prefissati per la prossima stagione. E lo faremo anche alla luce delle riflessioni che scaturiranno all’indomani dei due test amichevoli che sosterremo prima della partenza per i monti bergamaschi».