Prima prova contro il Rugby Franciacorta

Sabato 8 settembre la sfida all’ASO Stadium di Ospitaletto. Filippini: «Sarà il primo vero test dopo la preparazione estiva»

Per i Centurioni della formazione Seniores primo test preseason alle porte.

Sabato 8 settembre, con fischio d’inizio alle 18.30, gli uomini di coach Filippini calcheranno il manto sintetico dell’ASO Stadium di Ospitaletto, lo stesso campo dove i rossoblù giocheranno i match casalinghi del prossimo campionato in attesa che la nuova casa di Cogozzo sia pronta. Di fronte i padroni di casa del Rugby Franciacorta, formazione di serie C1.

Un primo impegno di grande rilievo per verificare lo stato di avanzamento del lavoro condotto. «Si tratta del primo vero test dopo queste settimane di lavoro estivo – dice il direttore tecnico Francesco Filippini – e intendiamo verificare il grado di apprendimento della difesa, aspetto del gioco cui abbiamo rivolto particolare attenzione particolare. Ci aspettiamo una difesa ordinata e organizzata come da piano proposto dallo staff tecnico. Al contempo è naturale che una partita preveda anche la fase offensiva, sulla quale faremo ulteriori richiami proprio nell’allenamento di rifinitura di stasera. Ciò che ci aspettiamo in questa fase della stagione è di ricevere indicazioni positive su quanto preparato e, con questa logica, affronteremo anche le altre amichevoli prima dell’inizio del campionato. Metteremo in campo una formazione nel primo tempo e un’altra, totalmente diversa, nella seconda frazione. Una condotta che intendiamo seguire per avere a disposizione per il primo impegno contro Capoterra trenta giocatori che abbiano i medesimi minuti di preparazione nelle gambe».

I NUOVI ARRIVI
«Proprio per integrarli maggiormente – continua Filippini – avranno un minutaggio più elevato in questi test preseason, ma siamo complessivamente soddisfatti. La prima linea Trevisani ha evidenziato una ottima capacità di inserimento, anche perché è il più esperto tra i nuovi arrivi ed è molto forte fisicamente. La mediana, con l’arrivo dell’apertura Aru e l’impiego di Cosio con la maglia numero 9, sta lavorando per cercare il giusto canale di trasmissione e reciproca comprensione. Tononi è il più giovane e verrà provato in due ruoli, prima all’ala e poi estremo, per avere maggiori alternative. Azzini ha già mostrato di avere delle buone qualità ed è al lavoro per trovare una migliore condizione fisica».

IL SISTEMA DI GIOCO
«Lo scorso anno, a causa dei numerosi e costanti infortuni in tutti i ruoli, si era reso necessario un processo di “ritorno” ai fondamentali, solco nel quale siamo stati costretti a stare per buona parte della stagione. Quest’anno stiamo lavorando per un innalzamento della qualità in tutti gli aspetti del gioco, partendo da un lavoro per migliorare in primis l’esecuzione dei gesti tecnici. I ragazzi stanno reagendo bene anche ai lavori specifici che lo staff tecnico, con le attività proposte dai nostri allenatori specialisti, sta proponendo».

I PIÙ GIOVANI
«Attualmente sono integrati completamente Alberto Boschetti e Matteo Giori, con quest’ultimo che verrà stabilmente inserito in prima squadra, per permettergli una crescita più rapida e proficua. Aresta invece è alle prese con un infortunio e al momento è indisponibile. Ferrazzi e Schevchuk hanno prospettiva, ma devono trovare più continuità negli allenamenti per avere maggiore forza fisica in preparazione del campionato».