Seniores: vittoria con bonus contro Sondrio Rugby. Score finale 38-22

L'head coach Filippini: «Affrontata la trasferta con la giusta determinazione. Staff molto soddisfatto della prestazione di tutti»

Terzo successo in altrettante partite disputate per I Centurioni Rugby Lumezzane. Il 15 rossoblu ha battuto gli avversari del Sondrio Rugby per 38-22, conquistando altri 5 preziosi punti per la classifica. Una graduatoria, quella del girone 1, che vede I Centurioni salire in quarta piazza, in coabitazione con i sardi del Capoterra, con i quali condividono un match in meno rispetto agli altri avversari, con 14 lunghezze. La testa, a punteggio pieno, è mantenuta da Monferrato, oggi vincente per 31-7 sull’Amatori Genova. Segue la coppia composta da Rovato e Piacenza con 17 lunghezze.
I rossoblu scesi sul campo valtellinese hanno saputo dimostrare il loro valore anche a dispetto dell’ulteriore spiacevole inconveniente dell’ultim’ora. Una febbre insistente, infatti, ha tenuto a letto il capitano di giornata Nicola Piovani. Buona, inoltre, la prestazione di Mattia Ricchini, classe 2001, al suo esordio in un campionato seniores con la maglia numero 9.

La cronaca del match
Ingannevole: con questo aggettivo si potrebbe definire il risultato con il quale si è chiuso il primo parziale sul campo del Rugby Sondrio. Il 17-10 in favore degli ospiti, infatti, sembra descrivere quaranta minuti di sostanziale equilibrio tra le due formazioni in campo, con un lieve vantaggio ospite. I Centurioni, invece, hanno mostrato una prestazione orgogliosa ed organizzata, con una mischia incontenibile per i padroni di casa, costretti a difendere per buona parte dei quaranta minuti a disposizione. A sbloccare per primo il risultato è l’apertura Aru che centra i pali da posizione quasi impossibile all’8’. Il predominio rossoblu continua, fino a sfociare nella meta di Cuello, propiziata dalla spinta della propria mischia, al 24’. Sul 10-3 per gli ospiti, il mediano di mischia Schenatti accorcia le distanze al 28’, mentre a cinque minuti dal termine della frazione il centro Alberti pareggia i conti per il 10-10. Alla mischia ospite, allo scadere della frazione, viene assegnata una meta tecnica che manda al riposo sul vantaggio ospite di 17-10. Al rientro in campo, la doccia fredda. All’11’ l’ala Formolli centra la meta del 15-17 che stigmatizza la difficoltà nel gioco evidenziata dai Centurioni nei primi minuti del tempo. L’estremo Bandera, però, suona la carica. Pochi istanti dopo, infatti, con un’eccellente azione personale, schiaccia l’ovale in mezzo ai pali. Con la precisione di Aru al piede – oggi al 100% di calci andati a segno – il parziale va sul 24-15. Ancora l’estremo rossoblu, tre minuti dopo, propizia la segnatura di Berardi che porta lo score sul 31-15 e centra il bonus offensivo. Ma gli ospiti non si dicono ancora soddisfatti: alla mezz’ora, infatti, Azzini finalizza un’ottima azione, segnando la quinta meta del match. A ridosso del termine del tempo a disposizione, Sondrio segna la meta del 38-22 con cui si chiude la contesa.

Il commento del tecnico Filippini

«E’ stata una partita fortemente combattuta, vissuta su un piano molto fisico – commenta il tecnico Francesco Filippini -. Come ci aspettavamo, infatti, Sondrio è una squadra ostica e spigolosa, molto determinata su ogni placcaggio o punto di incontro.
Io e lo staff ci riteniamo molto soddisfatti proprio perché la squadra ha saputo affrontare l’avversario sul suo piano, non dimenticando quale sia la propria firma e il tipo di rugby che vogliamo interpretare. A fronte di un primo tempo ben giocato e guidato dalla squadra, l’inizio della ripresa ci ha visti in difficoltà. Sono sinceramente molto soddisfatto per la reazione che i giocatori hanno messo in campo, sia singolarmente che nel complesso. Il lavoro che stiamo conducendo sul gruppo sta mostrando i suoi frutti, e la squadra lo sta interpretando con crescente competenza, di partita in partita. La mischia ha confermato la propria forza, così come la linea dei trequarti sta crescendo molto. Nel complesso la squadra sta mostrando di essere cresciuta molto rispetto alla passata stagione e per più di un motivo. Innanzi tutto, sta evidenziando una fiducia nei propri mezzi in costante consolidamento, così come un’attitudine perfetta per affrontare impegni insidiosi come quello contro Sondrio. Infine, la tenuta atletica del gruppo sta dando ragione dell’intenso lavoro al quale il gruppo si è sottoposto durante la passata estate. Vorrei segnalare la prestazione del mediano di mischia Ricchini, classe 2001, al suo esordio quest’oggi, e quelle di Rossetti, Tebaldini, Pagnoni, tra le tante positive viste in questi 80 minuti di gioco».

 

SONDRIO RUGBY – I CENTURIONI RUGBY LUMEZZANE 22-38 (0-5)

SONDRIO RUGBY: Zampelli (40’st Pettinato), Bombardieri, Mazza, Alberti, Formolli, Schenatti L., Schenatti M., Giacobbi (18’pt Colombini), Sole (33’st Volontè), Rossi, Rastelli (15’st Spandri), Quadrio, Mantelli (36’st Ciapponi), Ciapponi (6’st Paruscio), Moroni.
A disposizione: Piccolo, Del Dosso
Allenatore: Roberto Dal Toè

I CENTURIONI RUGBY LUMEZZANE: Bandera, Pagnoni, Azzini, Franceschini (32’st Savardi) Morandi (32’st Tononi), Aru, Ricchini (17’st Lupatini), Cuello (21’st Bettinsoli), Marini (9’st Boschetti), Berardi, Tebaldini, Rossetti, Trevisani (5’st Magli), Corvino (31’st Cavagna), Seye.
Allenatore: Francesco Filippini

Arbitro: Matteo Locatelli

Marcatori: Primo tempo: 8’cp Aru (0-3); 24’m Cuello tr Aru (0-10); 28’cp Schenatti M. (3-10); 35’m Alberti tr Schenatti M. (10-10); 40’meta tecnica Centurioni Rugby (10-17).  
Secondo tempo: 11’m Formolli (15-17); 13’m Bandera tr Aru (15-24); 16’m Berardi tr Aru (15-31); 30’m Azzini tr Aru (15-38); 34’m Schenatti L. tr Schenatti M. (22-38)