Seniores: sul campo del Rugby Varese la sesta giornata di serie B

Filippini: «Varese si è ambientato presto alla categoria. L’ordine in campo sarà fondamentale»

Sesta giornata del girone 1 di serie B in viaggio per I Centurioni Rugby Lumezzane. Domenica 18 novembre, con fischio d’inizio alle 14,30, i rossoblu scenderanno sul campo del Rugby Varese, ottava forza in classifica. I biancorossi hanno dimostrato un’ottima capacità di adattamento al salto di categoria – va a questo proposito ricordato che l’approdo in B è giunto in agosto attraverso un ripescaggio -, evidenziato dalla vittoria, in trasferta, contro Bergamo all’esordio stagionale e alla doppia lunghezza conquistata contro Rovato (bonus offensivo e differenza punti). Nei restanti turni, disputati contro Lecco, Piacenza e Monferrato, Varese ha mostrato una buona propensione alla messa a segno di punti, che ha contribuito, pur nelle sconfitte, a score mai troppo pesanti, anche contro avversari molto quotati.

Per Piovani e compagni, invece, ogni domenica deve rappresentare una conferma. I rossoblu, infatti, giungono alla sesta giornata (con cinque match disputati) con una striscia positiva di sole vittorie e giunte con prestazioni in costante miglioramento. I 19 punti attuali valgono ai Centurioni la quarta piazza, alle spalle del Piacenza con due punti di vantaggio, di Rovato con 22 lunghezze e della capolista Monferrato, a punteggio pieno. Ma domenica qualcosa, lì davanti, potrebbe cambiare alla luce degli scontri d’alta quota in programma: i Franciacortini, infatti, ospiteranno il Capoterra, mentre gli Emiliani attenderanno al “Beltrametti” proprio i Piemontesi, primi della classe. Risulta, pertanto, oltremodo importante affrontare Varese con il massimo della concentrazione, con l’obiettivo di continuare la striscia positiva di risultati.

«Varese è una formazione che ha dimostrato un’ottima capacità di adattamento alla categoria, dribblando, in questa prima fase di campionato, i rischi spesso sottesi ai ripescaggi – commenta il direttore tecnico Francesco Filippini -. La stessa caratteristica si evidenzia in campo: i biancorossi, infatti, riescono positivamente ad interpretare il gioco avversario e contano, al loro interno, anche individualità di qualità. Da sottolineare la loro aggressività che mi fa tornare alla memoria il gioco del Sondrio, squadra che abbiamo affrontato due turni fa. Inoltre, Varese ha la spiccata capacità di ottimizzare le occasioni che si possono generare laddove l’avversario non sia rigoroso nel mantenimento dell’ordine nell’intera durata del match, mostrando una netta propensione a sfruttare le fasi di gioco confuse e con palloni di recupero».

Per queste ragioni, l’head coach ha richiesto ai suoi di «porre il mantenimento della disciplina al centro – e ha continuato -. Inoltre sarà decisivo il possesso sicuro dell’ovale, ripartendo da fasi statiche amministrate con cura del dettaglio. Il nostro lavoro per l’adattamento ad un piano di gioco diverso sta continuando con profitto e questa domenica mi aspetto ulteriore dinamismo e una gestione del match ancora più cinica di quanto visto contro Genova. Sarà un match teso all’inizio e, proprio in quella fase, la squadra dovrà tenere la concentrazione al massimo livello. Stiamo intanto continuando ad effettuare variazioni nella formazione per preparare l’intero gruppo per il prosieguo della stagione che sarà lunga e complessa».

Non potranno essere del match i seguenti infortunati: Cosio, Lepre, Marini, Mastrorosa.

Questa la probabile formazione per il match contro il Rugby Varese: Bandera, Pagnoni, Azzini, Franceschini, Morandi, Aru, Ricchini, Cuello, Boschetti, Berardi (VC), Tebaldini, Rossetti, Trevisani, Corvino, Piovani (Cap).
A disposizione: Magli, Seye, Cavagna, Pasotti, Scanferla, Lupatini, Zaffino.