U14: gli infortuni frenano la corsa sul campo di Mantova

Nonostante l’organico ridotto all’osso, i Centurioni cedono per soli 4 punti

Termina con una sconfitta di misura la trasferta dei Centurioni U14 guidati da Ivan Zanchigiani e Gabriele Azzini sul campo del Rugby Mantova.

Il match esterno dei rossoblu si è infatti chiuso con lo score finale di 21-17 in favore dei padroni di casa.

La trasferta non sembra nascere con i favori delle stelle. In settimana si è aggiunto un ulteriore infortunio ad uno dei giocatori, al quale si è sommata anche l’ala Cottali che ha preso parte alla trasferta pur non essendo in perfetta forma.

Con un organico ridotto a soli 14 effettivi e uno a mezzo servizio, i ragazzi affrontano le avversità con tenacia e intraprendenza. La partita dei Centurioni è però confusionaria, con un gioco molto dipendente dalle giocate dei singoli.

Il match, nonostante queste sbavature, scivola via abbastanza in equilibrio per i primi 10 minuti. Poi per un errore in avanzamento durante una maul, i valgobbini perdono palla e gli avversari scatenano la corsa verso i pali bresciani. Nonostante i tentativi, i ragazzi di Zanchigiani non riescono ad evitare la meta, che viene poi trasformata dal Mantova.

Ma sono i “veterani” a suonare la riscossa. Cantoni, Zubani e Taglietti pressano nei punti d’incontro, supportati dal resto del reparto. Damioli, Peli e Merlino fanno sentire il supporto e dopo un calcio di punizione per un ingresso laterale in una ruck è il tallonatore Cantoni a schiacciare il pallone oltre la linea. Il punteggio, al 15’, recita un 7-5 per i padroni di casa.

Ma questo risultato resta tale solo pochi minuti. Mantova spinge sul gas e i Centurioni vanno in difficoltà. Ma, quasi a voler pareggiare i conti col destino, Mantova perde palla in avanzamento come successo ai Centurioni e viene punita dall’esordiente Singh che ruba palla, rompe il tentativo di placcaggio e si invola in meta, dopo una bella corsa dai propri 22. Esordio e meta per il nuovo arrivato in casa Centurioni. Soddisfazione sia per lui che per i compagni che festeggiano felici per la meta.

Ma il punteggio cambia ancora.

Damioli infatti sfrutta la propria velocità e, dopo una serpentina straordinaria, riesce a schiacciare in meta. Peli trasforma e i rossoblu allungano sul 17-7.

Ma la prima frazione non ha ancora finito di dare emozioni. Mantova infatti non smette di crederci e riesce ad andare in meta accorciando le distanze, portandosi a soli 3 punti.

La ripresa è caratterizzata da errori per entrambe le squadre che condizionano l’andamento della gara. Mantova spinge, i Centurioni sprecano freneticamente le occasioni.

E l’epilogo è doloroso per i ragazzi di Zanchigiani. Mantova sfrutta una delle tante punizioni fischiate ai ragazzi valgobbini e riesce a portare il pallone oltre la linea.

A pochi minuti dalla fine del match i Centurioni sono sotto di 4 punti e provano a ribaltare il risultato fino alla fine. Ma senza fortuna. 

Queste le parole di coach Zanchigiani a fine match: «Oggi sono deluso. Non dal risultato, quello è sempre secondario. Ma da come è maturato. Oggi siamo stati lenti, disorganizzati, frenetici e indisciplinati tatticamente. Se avessimo giocato anche solo al 50% delle nostre potenzialità staremmo parlando di un’altra partita. Senza che sia una giustificazione per nessuno, devo dire che arrivare al match in un numero davvero risicato di elementi, con uno dei ragazzi tutt’altro che in forma, crea davvero tanti problemi a tutti. Ora serve lavorare durante gli allenamenti per cercare di limare questi errori e provare ad invertire la rotta. La sosta di 2 settimane ci consentirà di recuperare alcuni infortunati o ammalati e, spero, possa aiutare anche i ragazzi a ripensare a questa partita come a una tappa utile alla loro formazione futura».

In alto, una foto di Gianpietro Gallinetti.