U16: ancora un sabato di fatica. Ko contro Valcavallina

L’head coach Gobbi: «Paghiamo ancora troppo care le ingenuità»

Non bastano l’impegno e lo spirito di sacrificio ai Centurioni U16 per avere la meglio dei Raptors Valcavallina, ospiti sul campo “Dei Pini”. A Villa Carcina, infatti, il tabellone, al termine, recitava un netto 31-7 per gli ospiti.

I rossoblu sono scesi in campo con la seguente formazione: Maiolo, Perini, Morettini, Bugatti, Zanetti, Fava, Mantovani, Tacconi, Aurola, Bulla, Dridi, Lonatini, Piccinelli, Gamba, Di Cesare.
In panchina, pronti a subentrare: Solfrini, Mino, Guerini, Bilcan, Cedoni, Botti e Lazzarini.

Il match era partito nel migliore dei modi, con l’estremo Maiolo che, al 9’, schiacciava l’ovale oltre la linea di meta avversaria, al termine di una cavalcata lunga metà campo. Aurola, dalla piazzola, portava lo score sul 7-0. Gli avversari, dopo la doccia fredda iniziale, ritrovavano lucidità e con un buon mix di velocità e fisicità riuscivano a ferire i padroni di casa.

«Voglio prima di tutto sottolineare con orgoglio l’impegno profuso dai ragazzi, anche in funzione del buon livello delle avversarie presenti nel nostro girone– commenta l’head coach Gobbi -. Purtroppo i nostri errori continuano a costarci molto cari, e anche contro i Raptors è successo. Questo è un aspetto al quale dobbiamo puntare tutti la nostra attenzione. Particolarmente rischiose stanno risultando le situazioni contraddistinte da palloni di recupero e palle alte. Ci rammarica, infatti, come a fronte di un quasi sostanziale equilibrio con gli avversari, gettiamo alle ortiche ogni sforzo commettendo ingenuità che hanno effetti molto forti poi sull’ esito finale del match. Continueremo a lavorare per alzare la nostra qualità e l’attenzione ai dettagli. Sono certo che i risultati arriveranno, e spero che presto i ragazzi possano conquistare qualche punto che sarebbe fondamentale per il morale di tutto il gruppo».