Seniores: dopo anni torna il derby contro il Rugby Rovato. Domenica alle 14,30 il kick off ad Ospitaletto

Filippini: «Sarà emozionante e fonte di grande stimolo giocare contro un pubblico numeroso e appassionato»

Non potrà essere una partita come le altre, perché nessuno scontro diretto al vertice lo è. Non lo sarà nemmeno perché l’«ASO Stadium» di Ospitaletto è atteso esaurito in ogni ordine di posto. E non lo sarà neppure perché il derby, alla fine, è uno degli eventi sportivi più appassionanti. Lo era ieri e lo continua ad essere ancora oggi.

Scatterà alle 14,30 di domenica 16 dicembre il derby tra il 15 guidato dall’head coach Francesco Filippini e gli avversari del Rugby Rovato, distanti in classifica di una sola lunghezza. I Centurioni giungono all’impegno tutto bresciano forti di un percorso netto composto da sette successi su altrettanti match – la prima giornata i rossoblu la recupereranno il prossimo 24 febbraio -. Un ruolino che ha consegnato fino ad ora un bottino complessivo di 33 lunghezze. Una in più per i franciacortini che, in otto uscite, hanno collezionato sei vittorie, un pareggio e una sconfitta.

Scanferla e compagni, sette giorni fa, hanno battuto, in trasferta, il Rugby Bergamo, al termine di un incontro complesso e spigoloso. «Se non fosse per gli acciacchi e gli infortuni che quel match ci ha lasciato, le insidie dello scontro con Bergamo non avrebbero potuto prepararci in maniera migliore a questo ultimo impegno dell’anno – descrive il direttore tecnico rossoblu, con un passato anche alla guida proprio del Rovato, così come i giocatori Berardi, Corvino, Cuello, Lupatini, Marini, Pagnoni, Rossetti e Tebaldini -. Sappiamo che non sarà una sfida delicata come, del resto, ben descritto dalla classifica. Del resto gli avversari, nelle ultime due stagioni, hanno operato un deciso rafforzamento del loro organico, inserendo giocatori di qualità provenienti dalla serie A. Inoltre, nelle scorse ore hanno ultimato l’ingaggio di un pilone argentino che andrà a rinforzare la loro mischia».

L’attenzione in casa rossoblu sarà massima, in particolare alla luce dell’importanza degli obiettivi del club, ma non solo. «La società ci ha richiesto la conquista di un posto entro le prime quattro posizioni della classifica – commenta Filippini -, ma internamente allo spogliatoio, con i giocatori, abbiamo voluto provare ad alzare ulteriormente l’asticella. Il gruppo per centrare la prima piazza c’è, starà a noi mantenere la concentrazione giusta per tutti i momenti cruciali della stagione. Sappiamo che non sarà facile, ma per noi è doveroso almeno provarci».

In termini tecnici, «Rovato è una squadra che impronta il proprio gioco sul volume – continua Filippini -, la velocità e la continuità. Noi dovremo rimanere nel nostro piano di gioco, senza snaturare i nostri principi tattici. Dovremo sfruttare le opportunità che riusciremo a guadagnare dalle fasi statiche, a difendere con ordine, impostando il gioco su un possesso sicuro e costruttivo dell’ovale. La squadra è molto concentrata, preparata ad affrontare un avversario che si gioca con noi la prima posizione in classifica. Sarebbe ovviamente molto positivo giungere alla pausa per le festività natalizie con l’ottavo risultato utile, ci preparerebbe al meglio alla ripresa del campionato dove avremo gli scontri con tutte le altre formazioni delle zone nobili della graduatoria. Sono convinto che, forse ad eccezione dei primi minuti dal fischio d’inizio, il match contro Rovato sarà gradevole per la tribuna, compatibilmente con le condizioni meteo. Bergamo ci ha lasciato la consapevolezza che le partite si possono e si devono vincere anche quando la trama dell’incontro si complica. Questa nozione ritengo che ci sarà estremamente utile nel prosieguo della stagione».

«Siamo convinti che ad Ospitaletto confluirà un pubblico numeroso, a supporto di entrambe le formazioni – conclude Filippini -. Sono momenti importanti per il nostro sport e il nostro movimento. Ci consentono, infatti, di guadagnare maggiore visibilità e di mostrare ad un pubblico più vasto il nostro sport e il nostro movimento. Per la squadra, così come per lo staff tecnico, sarà certamente una grande emozione, ma anche un sicuro stimolo a dare il massimo».

Non potranno essere del match per infortunio Magli e Franceschini, oltre ai lungodegenti Lepre e Mastrorosa. Indisponibile, invece, il flanker Boschetti.

Questa la probabile formazione per il match contro il Rugby Rovato:  Bandera, Pagnoni, Azzini, Savardi, Morandi, Aru, Cosio, Scanferla, Marini, Berardi, Cuello, Rossetti, Trevisani, Corvino e Piovani.
A disposizione: Seye, Qyra, Tebaldini, Cavagna, Zaffino, Tononi e Lupatini.