U16: Viadana vince, ma I Centurioni fanno passi da gigante!

L’head coach Gobbi: «La squadra è cresciuta in organizzazione e determinazione»

Contro una formazione attrezzata e di blasone come il Viadana, I Centurioni U16 guidati da Fiorenzo Gobbi erano ben consci di dover mettere in campo una prestazione coraggiosa e determinata. Un impegno di fondamentale importanza anche per aprire il proprio 2019 all’insegna della riscossa, dopo un inizio di stagione votato all’apprendimento e alla crescita delle competenze del gruppo.

Un proposito che è stato rispettato alla lettera dai giovani rossoblu che, seppure nella sconfitta – 29-17 lo score finale -, hanno saputo mostrare ulteriori importanti miglioramenti sia in termini di competenze tecniche individuali che di gioco corale.
Una crescita che è stata sottolineata con soddisfazione anche dall’head coach rossoblu: un bel regalo nel giorno del suo compleanno.

Questi i Centurioni che sono scesi in campo dal primo minuto: Maiolo, Botti, Morettini, Bugatti, Cedoni, Cavagna, Fava, Tacconi, Bulla, Aurola, Dridi, Lonatini, Piccinelli, Gamba, Di Cesare.

A disposizione: Guerini, Solfrini, Mino, Gnutti, Cavagna, Bilcan, Lazzarini.

Sono i padroni di casa i primi a muovere il tabellone, andando a segno al secondo giro di lancetta dal fischio d’inizio. Un vantaggio per 7-0 che proprio non va giù agli ospiti che, al 19’, accorciano le distanze. Al 19’, infatti, è la seconda linea Dridi a portare lo score sul 7-5. La risposta del Viadana non si fa aspettare: al 22’, infatti, i mantovani allungano ancora: è 12-5. Il testa a testa prosegue ed è il Centurione Bulla, con una cavalcata impossibile da fermare, a schiacciare la segnatura che ritorna a mettere il fiato sul collo degli avversari. Al 27’, infatti, il tabellone registra un 12-10. Viadana, però, affonda il colpo prima del termine della frazione. Ad un giro di lancetta dal riposo, infatti, i gialloneri trovano la terza meta del match, portando lo score sul 19-10 con cui si chiude il parziale. Nella ripresa, è ancora Viadana a pigiare sull’acceleratore centrando la segnatura con cui intasca il bonus offensivo. Gli ospiti, però, dimostrano di non voler cedere così in fretta. A quattro minuti dal termine, infatti, trovano la loro terza meta del match con Gamba. La trasformazione precisa di Aurola porta il tabellone su un equilibrato 24-17. Purtroppo, sul cambio di fronte, ancora una volta Viadana colpisce. Al 27’, infatti, va in meta e chiude la contesa sul 29-17.

«Sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi – commenta al termine coach Gobbi -, perché i miglioramenti si stanno evidenziando in modo molto deciso. Paghiamo ancora un prezzo troppo alto per i nostri errori, ma non posso non commentare con gioia la determinazione che i ragazzi hanno dimostrato contro avversari di qualità. Ci manca ancora la consapevolezza profonda dei nostri mezzi: ultimo aspetto che ci separa dalle vittorie, obiettivo alla nostra portata. La squadra è cresciuta molto sia nell’occupazione degli spazi che nell’occupazione difensiva, ma con il lavoro e l’altissima frequenza agli allenamenti dimostrata dai ragazzi, sono certo che l’esperienza che ancora manca arriverà presto. Sono convinto che, alla luce di quanto visto in campo, avremmo meritato qualcosa in più. Ma sono certo che presto raccoglieremo i frutti della dedizione di tutti»