U16: torna il sorriso con la vittoria sul Rugby Como!

Coach Gobbi: «Il lavoro svolto in settimana ha consentito questa ottima prestazione»

I Centurioni U16 tornano al successo battendo, di fronte al pubblico di casa, gli avversari del Rugby Como con il risultato di 24-7. Uno score che, alla luce di quanto visto in campo, avrebbe potuto essere molto più ampio se, a causa del numero insufficiente degli avversari a disposizione, il match non fosse stato interrotto con una decina di minuti di anticipo sul tempo regolamentare.

Questo il 15 scelto dal tecnico Fiorenzo Gobbi: Cavagna E., Perini, Aurola, Bugatti, Maiolo, Fava, Lazzarini, Tacconi, Botti, Lonatini, Guerini, Dridi, Cedoni, Gamba, Piccinelli.
A disposizione: Mino, Mantovani, Gnutti, Cavagna N.

I primi ad andare in meta sono gli avversari, al primo minuto dal fischio d’inizio. Una doccia fredda che risveglia immediatamente I Centurioni i quali iniziano sin da subito a rimettere il match sui giusti binari. All’11’ è capitan Tacconi a schiacciare l’ovale oltre la linea, per il 5-6 temporaneo. Il giocatore, cinque minuti dopo, trova la propria doppietta personale che concretizza il sorpasso. Entro il termine della prima frazione, i rossoblu dimostrano di non avere per nulla esaurito la carica. Lo dimostra la terza meta del match segnata da Perini al 32’ e trasformata da Aurola. Si va al riposo sul 17-7 per i padroni di casa. Al rientro in campo, il palcoscenico è ancora per I Centurioni che all’8’ trovano il punto di bonus grazie alla meta di Aurola, che lui stesso trasforma, per il punteggio di 24-7. Al 20’, però, il match viene dichiarato concluso dall’arbitro, a causa del numero insufficiente degli avversari per terminare la contesa.

«I ragazzi hanno messo in campo un’ottima prestazione – commenta il tecnico Fiorenzo Gobbi -, dove si è evidenziato ampiamente il duro lavoro sull’intensità di gioco, sul placcaggio in avanzamento e sulle ruck che abbiamo svolto durante tutta la settimana. Nonostante l’inizio in difficoltà nel quale, ancora una volta, abbiamo subito una meta nella prima manciata di secondi, la squadra ha reagito immediatamente, mostrando grande voglia e determinazione. Voglio ringraziare i ragazzi per l’impegno profuso durante l’intera settimana dove il carico di lavoro è stato senza dubbio importante. Non ho un solo nome da sottolineare in questa prestazione, ma, al contrario, tutti i giocatori che sono entrati in campo hanno fornito il loro prezioso contributo. Ora che abbiamo la certezza di potercela giocare con chiunque, dobbiamo dimostrare di avere continuità nella prestazione, mettendo la stessa qualità nell’esecuzione e il medesimo agonismo già dal prossimo impegno».