Quindicesimo turno di serie B alle porte per I Centurioni rossoblu. Domenica 10 marzo, dopo tre turni in trasferta, gli uomini di Filippini ritorneranno sul sintetico dell’«ASO Stadium» di Ospitaletto per ospitare gli avversari del Rugby Sondrio. Fischio d’inizio in Franciacorta alle 14,30.

Il 15 bresciano giunge all’impegno con un ruolino di marcia immacolato in questa stagione e composto da sole vittorie. Un percorso netto che consegna la vetta della classifica con 66 lunghezze, a sei di margine dal primo inseguitore rappresentato da Rovato che domenica si trasferirà a Lecco. A -9 si conferma Monferrato, pronto ad attendere in Piemonte la neopromossa Genova.
Gli avversari dei rossoblu sono, invece, quartultimi con 19 punti. Un bottino frutto di quattro successi maturati contro Bergamo, Novara, Genova e Capoterra. La vittoria contro i sardi è giunta solo sette giorni e con l’ampio score di 48-20.

All’andata, il 4 novembre, I Centurioni ebbero la meglio dei valtellinesi con lo score di 38-22, chiudendo in loro favore un match fisico e molto duro. Una trama che, secondo lo staff tecnico rossoblu, si ripeterà la prossima domenica. «Contro Sondrio mi aspetto di tornare ad affrontare un avversario dalle caratteristiche simili a quelle riscontrate in Lecco e Capoterra – commenta l’Head Coach Francesco Filippini -, ovvero che incentra la propria performance nella fisicità. Sarà una squadra pertanto differente dall’Amatori&Union, incontrata nello scorso turno». Sondrio, inoltre, secondo il tecnico de I Centurioni, è una formazione che «ha un rendimento spesso molto differente tra gli impegni casalinghi e quelli esterni, anche se, nel complesso, in questa stagione ha evidenziato un trend contraddistinto da risultati positivi alternato ad altri più in salita».

Coach Filippini ha descritto come proprio questa necessità di ridare importanza alla fisicità sia stata una delle direttrici lungo le quali è stato condotto il lavoro in questa settimana di preparazione. Ma non è stata di certo l’unica. «Sarà fondamentale che la squadra sappia rispondere con forza allo scontro con la quale Sondrio, con ogni probabilità, ci affronterà – e continua -. Allo stesso tempo, però, non dovremo concedere agli ospiti di poter condurre il match esclusivamente su questi binari. Infatti sappiamo di dover imporre il nostro gioco con la determinazione della quale siamo capaci. Ripartiremo dalla sicurezza nelle fasi di conquista, un aspetto fondamentale perché può garantire palloni di qualità che potranno essere impiegati a dovere dalla nostra linea arretrata. La squadra, inoltre, sa che sarà fondamentale tenere alto il ritmo: il dominio nelle fasi statiche unito alla forza dei nostri trequarti è un binomio sul quale dobbiamo sempre puntare per giocarcela al meglio contro qualsiasi avversario. Infine, abbiamo lavorato per perfezionare un aspetto che nella vittoria contro Milano ha evidenziato qualche sbavatura, ovvero l’attenzione alla finalizzazione delle azioni negli ultimi 22 metri. Dovremo essere cinici in attacco e per farlo sarà fondamentale non perdere alcuna occasione di andare a segno».

Il tecnico rossoblu, inoltre, ha annunciato un ulteriore importante elemento da aggiungere nelle strategie di gestione del gruppo per i mesi di marzo e aprile. «Con lo staff tecnico intendiamo aumentare sensibilmente il minutaggio di gioco del maggior numero di giocatori possibile – descrive Filippini -. Si tratta di una manovra che sarà molto importante per affrontare al meglio gli impegni con i quali chiuderemo il campionato. Vogliamo portare a 35 la quota di elementi entro cui operare le nostre scelte entro la fase finale di stagione».

Oltre al lungodegente Lepre, agli infortunati Cavagna, Giori, Ricchini, Scanferla, Tononi, Trevisani, Zaffino e all’indisponibile Secchi Villa, verranno valutate fino alle ultime ore prima dell’impegno le condizioni di Berardi e Morandi.

Questa la probabile formazione che affronterà il Rugby Sondrio: Bandera, Pagnoni, Azzini, Savardi, Morandi, Aru, Cosio, Cuello, Marini, Bettinsoli, Franzoni, Rossetti, Seye, Corvino, Piovani (C).
A disposizione: Magli, Qyra, Tebaldini, Bertussi, Pasotti, Codinotti, Lupatini.

Arbitrerà il match il signor Simone Sironi di Roma.