U16: un ottimo primo tempo non basta. Sconfitta esterna contro i Raptors Valcavallina

Coach Gobbi: «Buona prova, ma abbiamo pagato caro la frenesia e i numeri risicati per gli infortuni»

Sabato no per la formazione U16 guidata da coach Gobbi. La trasferta bergamasca contro i Raptors Valcavallina è infatti terminata con una sconfitta per 26-0, nonostante la buona propensione al gioco dimostrata dai giovani Centurioni in campo.

Questo è il 15 sceso in campo dal primo minuto: Cavagna N., Perini, Cavagna E., Bugatti, Maiolo, Fava, Lazzarini, Dridi, Tacconi, Botti, Guerini, Piccinelli, Cedoni, Gamba, Di Cesare.
A disposizione: Bilcan, Gnutti.

«Abbiamo dominato nei primi trenta minuti, gestendo la totalità dei palloni e con una favorevole occupazione territoriale – commenta l’Head Coach Gobbi –. Purtroppo l’unica azione condotta dai nostri avversari ci è costata una meta subita con cui siamo andati al riposo (7-0 il parziale del primo tempo ndr). Nonostante il dominio evidenziato sia nelle fasi statiche che nella linea arretrata non siamo riusciti a segnare alcun punto, con tutte le azioni vanificate da errori banali, a fronte di una difesa, quella orobica, ben organizzata. Il vero dispiacere è che negli ultimi dieci minuti abbiamo ceduto. In quel tempo gli avversari hanno messo a segno le tre mete che hanno decretato il 26-0 finale. Sono molto dispiaciuto per i ragazzi, perché hanno dimostrato grande impegno. Purtroppo i numeri non ci aiutano: probabilmente un paio di cambi in più a disposizione ci avrebbe garantito maggiore freschezza nel momento più delicato della partita. Sono certo che non appena gli infortunati potranno tornare a dare il loro contributo, la squadra potrà raccogliere i frutti che merita».