Partiranno lunedì 18 marzo i lavori di ampliamento, ristrutturazione e funzionalizzazione del campo “Dei Pini” di Cogozzo di Villa Carcina, struttura che, in modalità esclusiva, ospiterà l’attività sportiva de I Centurioni Rugby, la club house e un bar e ristorante gestito dalla società del presidente Bugatti. L’ultimazione dei lavori è prevista entro i prossimi sei mesi, pertanto il club rossoblù si insedierà ufficialmente nel nuovo centro nel mese di settembre, con l’inizio della stagione sportiva 2019/2020.

Gli interventi – così come ratificato dall’accordo con il Comune di Villa Carcina e definito nell’atto di concessione sottoscritto il 21 dicembre 2018 – prevedono anche il rifacimento con manto sintetico del campo “Esso”, sito in via Repubblica, e la realizzazione di una pista di atletica.

«Finalmente lunedì vedremo posata la prima pietra della casa che attendiamo dal lontano 1964 – commenta il presidente de I Centurioni Rugby, Ottorino Bugatti -. La mia soddisfazione e quella dell’intera società che presiedo sono difficili da descrivere, del resto sono direttamente proporzionali agli sforzi e ai sacrifici che la precarietà dettata dall’assenza di strutture adeguate ci sono costati in questi 55 anni. Sono certo che la nostra prospettiva futura sia florida. Una casa completa e all’avanguardia ci consentirà un ulteriore passo in avanti nel nostro operato, costituito su maggiore qualità e numeri di tesserati in crescita. Desideriamo che i nostri giocatori possano poter crescere sportivamente in spazi adeguati, che ne consentano lo sviluppo, e non che lo ostacolino. Ritengo che la nostra nuova casa diventerà un importante punto di riferimento per le famiglie, per gli appassionati dei nostri colori e per i nostri sponsor, i quali potranno contare su una visibilità straordinaria. Infine, voglio ringraziare gli amministratori del Comune di Villa e tutta la comunità per la fiducia nei nostri confronti: questa è un’ulteriore conferma del principio che lo sport sia una preziosa occasione di socializzazione, oltre che valido supporto educativo».  

«Credo fortemente che lo sport in termini di educazione e crescita dell’individuo sia legato fortemente alle opportunità che forniamo ai nostri giovani – afferma il sindaco del Comune di Villa Carcina, Gianmaria Giraudini -. Sin dall’inizio della nostra amministrazione ci siamo chiesti quali fossero le opportunità da mettere in campo e quali fossero le speranze e le richieste dei nostri ragazzi. Ci siamo lungamente concentrati su varie ipotesi, ma aprendo alle società della Valle Trompia abbiamo individuato realtà innovative. Con queste si è concertata l’idea di agire sui due centri sportivi, soddisfacendo l’attesa trentennale di un campo da calcio sintetico nel nostro paese, portando a Villa Carcina una disciplina nuova come il rugby e ridando linfa all’atletica. Crediamo di aver scritto una pagina importante per le generazioni future che vorranno fare sport a Villa Carcina».

«I cantieri – come descritto dall’ingegner Fabio Rizzinelli, vicepresidente de I Centurioni Rugby, progettista e direttore dei lavori – partiranno lunedì e in contemporanea sui due plessi sportivi. Per gli interventi sul campo “Esso” saranno necessari due mesi di lavori, mentre per il centro sportivo “Dei Pini”, la conclusione è attesa per settembre. L’iter di questo progetto è iniziato a novembre 2017 – spiega – e in meno di un anno e mezzo ci troviamo a commentare l’inizio dei lavori. Un tempo decisamente ridotto vista la dimensione dell’investimento che si aggirerà attorno ai 2,5 milioni di euro. Il Project Financing (operazione di tecnica di finanziamento a lungo termine di un progetto in cui il ristoro del finanziamento stesso è garantito dai flussi di cassa previsti dalla attività di gestione o esercizio dell’opera stessa e che prevede il coinvolgimento di soggetti privati nella gestione e soprattutto nell’accollo totale o parziale dei costi di opere pubbliche, o opere di pubblica utilità, in vista di entrate economiche future ndr) è un modello normato da anni nel nostro Paese il cui successo, nel nostro caso, va ricercato nella solidità della società sportiva che rappresento e nella lungimiranza dimostrata dall’amministrazione comunale di Villa Carcina».
Una tipologia di investimento che, secondo Rizzinelli – membro del consiglio direttivo di ANCE Brescia (Associazione Nazionale Costruttori Edili) – «è destinata ad una notevole espansione. Il partenariato fra privato e pubblico, infatti, rappresenterà una strategia efficace per la riqualificazione di edifici pubblici, sui quali spesso la PA fatica ad intervenire per mancanza di risorse economiche adeguate».

«I lavori prenderanno il via sulle due strutture, ma saranno gli interventi al “Dei Pini” ad essere più complessi – commenta Rizzinelli -. Partiremo con la preparazione della struttura per la realizzazione della tribuna, con gli interventi al pian terreno dell’edificio e con il rifacimento degli spogliatoi per il centro tennis. Ultimato quest’ultimo intervento, avremo la possibilità di operare anche al primo piano dove sorgono attualmente. Terminate, invece, le strutture accessorie al campo da gioco, la bresciana MAST e Limonta, tra le aziende leader su scala internazionale nella realizzazione di campi sintetici, interverranno per la realizzazione del manto in sintetico con intaso misto vegetale e sintetico. Si tratterà dell’unico in Italia costruito con questa tecnologia».

 

«Il progetto di sviluppo del nostro club approvato nella primavera del 2016 con l’entrata di nuovi consiglieri trova nella risoluzione del tema nevralgico della struttura sportiva un elemento cardine – commenta il General Manager de I Centurioni Rugby -. Questo ampliamento della base dei soci ha contribuito a dare nuove energie all’identificazione di una soluzione al problema del quale il nostro club era affetto sin dalla sua nascita. Accogliamo, peraltro, con grande piacere ulteriori due consiglieri – già in precedenza sponsor, oltre ed essere ex giocatori rossoblù – che sono subentrati nella compagine societaria negli scorsi giorni, disposti pertanto a mettersi in prima persona a disposizione per lo sviluppo del nostro progetto. Siamo consapevoli che il nostro futuro ci consentirà ora di raggiungere grandi obiettivi, impossibili da mettere a fuoco in precedenza, con l’handicap con il quale eravamo costretti ad operare».   


La soddisfazione per l’esito positivo dell’intenso lavoro giunge anche da Stefano Colosio, assessore allo Sport del Comune di Villa Carcina. «Dopo un’intensa attività durata quasi due anni, finalmente vedremo i risultati – commenta l’assessore -. Grazie alla lungimiranza del presidente Ottorino Bugatti e del suo consiglio si sta concretizzando il polo sportivo che sarà il fulcro della Valtrompia. Il rilancio degli impianti sportivi di Villa Carcina permetterà oggi e nei prossimi anni la pratica di molte discipline, con impianti sportivi di ultima generazione e in un contesto di collaborazione tra più associazioni che permetterà di portare in alto i valori sportivi e culturali necessari alla crescita delle future generazioni».