Torna in campo il 15 de I Centurioni Rugby Lumezzane, dopo il turno di sosta per la disputa dell’ultimo turno del torneo delle Sei Nazioni. Domenica 24 marzo, con kick off alle 14,30, gli uomini di Filippini affronteranno, nell’ambito della 16ma giornata, l’Amatori Rugby Genova, matricola di serie B.

A sette turni dal termine della stagione, per gli uomini di Filippini l’imperativo rimane lo stesso. Per mantenere la leadership in classifica – 71 punti conquistati grazie al percorso netto nei primi 15 turni -, i rossoblù sono tenuti ad affrontare ogni restante impegno con un’unica ambizione: la vittoria. Gli inseguitori, infatti, si trovano a nove punti, nel caso di Monferrato, e dieci, Rovato. Una distanza non di certo minima, ma che va confermata con fermezza. Per gli inseguitori, la 16ma giornata prevede due match con avversari di media classifica. I piemontesi si trasferiranno a Varese, mentre i franciacortini attenderanno in casa il Bergamo. Gli avversari de I Centurioni, invece, sono totalmente inseriti nella bagarre della zona retrocessione. Penultimi a 11 punti, vedono un margine di due sole lunghezze dal fondo della graduatoria occupato da Novara, e di sei dalla terzultima piazza occupata da A&U Milano. Evidente, pertanto, che – così come tutti gli avversari affrontati fino ad ora – i genovesi daranno una prova orgogliosa di loro stessi per provare a conquistare punti preziosi per mantenere un posto in serie B.

La trasferta di Genova ritroverà in campo con la maglia numero 8 capitan Stefano Scanferla, ad un mese di distanza dallo stop per infortunio occorso nel recupero di Capoterra. Sarà anche il match che vedrà l’esordio dal primo minuto di Matteo Cittadini, che tornerà in rossoblù come mediano di mischia. Sarà, inoltre, il momento di Diego Marte Perez, per la sua prima convocazione ufficiale. Il trequarti dominicano, inserito in un progetto professionale nel nostro Paese, ha sostenuto con impegno questi mesi di adeguamento al rugby europeo e sarà a disposizione del tecnico per subentrare nel corso del match. Non saranno del match, inoltre, due giocatori di riferimento in questa stagione: Trevisani e Cuello, per loro sarà necessario ancora un paio di settimane di recupero, mentre Aru si sottoporrà ad ulteriori accertamenti clinici al ginocchio. Ancora out, infine, oltre al lungodegente Lepre, Cavagna, Giori e Ricchini.

«Genova darà caccia aperta a punti salvezza e per questa ragione noi dovremo essere molto attenti e decisi nell’affrontare questo match – descrive il tecnico Francesco Filippini -. I nostri avversari hanno dimostrato di essere una formazione aggressiva, ne sono prova la vittoria su Bergamo e le sconfitte di misura contro Capoterra e Piacenza. In particolare, i liguri mostrano il meglio di loro stessi di fronte al pubblico di casa e per questa ragione dovremo affrontare l’impegno con ulteriore determinazione. Da un punto di vista tattico, inoltre, il campo di Sant’Olcese ha dimensioni più ridotte. Questo aspetto ha portato me e lo staff a concentrarci su una formazione fisica sia negli avanti che nei trequarti, con giocatori che sappiano mettere il focus sulle penetrazioni. Mi aspetto un incontro con caratteristiche di massima simili a quelle del match contro Lecco. Noi, per questa ragione, dovremo essere determinati e impostare sin dall’inizio il nostro gioco, mettendo in campo una prestazione incisiva sin dalle battute iniziali. Dovremo gestire ritmi alti e avanzamento deciso con consapevolezza e senza rischiare di scivolare nella frenesia. Con lo staff non abbiamo richiesto di mettere in campo un gioco chiuso, ma abbiamo di confermare l’attenzione sul possesso sicuro, sulla fisicità e sulle fasi di conquista sicure».

Sebbene non sia di certo ancora il momento di contare i punti in palio in questi ultimi turni di campionato, Filippini descrive le modalità con cui ha inteso approcciare questa volata finale. «Abbiamo suddiviso in due gruppi le ultime sette giornate – spiega l’Head Coach rossoblù -. Un primo insieme di quattro e le restanti tre contro le dirette avversarie (Rovato, Monferrato e Piacenza), separati l’un l’altro dalla pausa per le festività pasquali. I punti in palio sui quali dovremo dare il nostro massimo sono quelli che saremo chiamati a cogliere proprio nei prossimi quattro incontri. I conti che, per raggiungere questo obiettivo siamo invece chiamati a fare, sono quelli legati al minutaggio dei giocatori in campo. Con lo staff stiamo infatti gestendo un mix tra il recupero di alcuni elementi e l’impiego maggiore di altri, al fine di livellare le condizioni di tutti nel momento più caldo della stagione».

Questa la probabile formazione che affronterà l’Amatori Rugby Genova: Lupatini, Bandera, Azzini, Savardi, Zaffino, Cosio, Cittadini, Scanferla, Tebaldini, Berardi, Franzoni, Rossetti, Seye, Corvino, Piovani.
A disposizione: Magli, Gennari, Pasotti, Boschetti, Bettinsoli, Perez, Secchi Villa.

Arbitrerà il match il signor Simone Boaretto di Rovigo.