U18: I Centurioni tornano a sorridere! Vittoria contro il Rugby Orio

L’Head Coach Ceretti: «Un plauso a tutta la squadra che ha dato il massimo, andando oltre ai problemi»

Ritorno alla vittoria per la formazione U18 de I Centurioni guidati da Pierangelo Ceretti e Nicola Letinic.
Nel match esterno contro il Rugby Orio, i rossoblu hanno colto un ampio successo per 59-5, al termine di un incontro completamente condotto dalla formazione ospite.

Questa la formazione scelta dallo staff per affrontare la trasferta bergamasca: Pini, Cometti, Firmo, Bugatti, Marra, Monteleone, Ferremi, Brunelli, Melzani, Cantoni, Cela, Zanelli, Hasnabi, Ricchini L., Dobja.
A disposizione: Capretti, Ricchini M.

I Centurioni partono a fuoco e in soli dieci minuti vanno in meta tre volte. La prima, nel primo giro di lancetti, è opera del rientrante Bugatti. Al 5’, invece, è tempo di Zanelli, il quale, però, si infortuna immediatamente fratturandosi un polso. Cala il tris Cometti al 9’ con Ferremi preciso dalla piazzola per il 21-0 temporaneo.
La furia rossoblu non si placa e tre minuti dopo è Monteleone a trovare la segnatura del bonus, seguito al 25’ da Ferremi che porta il parziale della frazione sul 35-0.
Nella ripresa, Orio al 2’ muove il tabellone andando in meta, ma al quarto d’ora è ancora tempo di una folata di attacchi rossoblu con la doppietta di Bugatti. Le successive due segnature, invece, sono affare delle prime linee Ricchini e Hasnabi che portano il tabellone sul 54-5. Al 35’, infine, è Pini a chiudere la contesa con una meta non trasformata.

«Le premesse di una domenica complicata c’erano tutte – commenta al termine l’Head Coach Ceretti -, ma i ragazzi sono stati bravi ad affrontare l’impegno con la giusta attitudine. Il campo stretto, le condizioni fisiche dei ragazzi e, perché no, la batosta della scorsa settimana incassata contro la capolista avrebbero potuto essere degli elementi in grado di condizionare l’andamento della prestazione. La squadra è invece partita forte, segnando le prime quattro mete in pochissimo tempo. Abbiamo schiacciato sull’acceleratore, ma con il passare del tempo il gioco si è sempre fatto più spezzettato a causa degli errori e dei punti d’incontro poco chiari. Abbiamo ancora una volta giocato al massimo ed è un aspetto molto positivo. Ci troviamo alla vigilia di due finali e, purtroppo, abbiamo perso ancora un giocatore. Zanelli, infatti, si è fratturato il polso pochi minuti dopo il fischio d’inizio».

Con i cinque punti intascati, I Centurioni si confermano in terza piazza con 70 lunghezze, a -5 dal Rugby Mantova, secondo, ma con un match disputato in più e fermo la prossima domenica. In vetta sempre il Rugby Franciacorta con 85 punti. 

Il prossimo turno vedrà i rossoblù ospitare all’«ASO Stadium» di Ospitaletto il Rugby Rovato, con kickoff alle 12.30.