Seniores: il 17mo successo giunge contro l’agguerrito Rugby Varese

Head Coach Filippini: «Match duro e complesso che ci prepara al meglio per il rush finale di questa stagione»

I Centurioni Rugby vanno a segno anche nel diciassettesimo turno stagionale, quello che li visti attendere sul sintetico dell'”ASO Stadium” il Rugby Varese.
Al termine di un match teso e combattuto, Scanferla e compagni conquistano una vittoria con bonus grazie al risultato finale di 44-31. Cinque lunghezze che mantengono l’imbattibilità stagionale rossoblu e che consentono di stringere con sicurezza la vetta della classifica con 81 punti.
A seguire, con nove punti in meno, Monferrato, vincente per 29-17 sul Piacenza, e Rovato, sconfitto a Capoterra per 29-17, distante ora 16 punti. 

Sotto un sole quasi estivo, gli uomini di Filippini riescono ad avere la meglio di un avversario dalla tempra straordinaria, chiudendo in proprio favore un incontro fisico e tutt’altro che facile, proprio come previsto alla vigilia. Varese, infatti, mai doma, ha reso il successo un’impresa da massimo impegno, grazie ad uno spirito mai domo, reattività nel cogliere le occasioni favorevoli e una grande aggressività difensiva. 

I rossoblu hanno mostrato il consueto strapotere in mischia chiusa, gestendo un buon possesso palla e di territorio. Un mix di fattori che, in particolare nella prima frazione, ha consentito la messa a segno di mete frutto del miglior gioco fino a qui espresso in questa stagione.

Gli errori dalla piazzola, alcune sbavature in difesa e in attacco e la caparbietà degli avversari hanno dato vita ad un match senza eccessivi divari nel punteggio. La solidità del gruppo condotto da Filippini e dal suo staff, e l’esperienza di alcuni elementi nella sua rosa, hanno, però, consentito che la partita non andasse mai fuori controllo e non fosse mai, seriamente, messa in pericolo. 

Simone Marini, ripreso in una delle foto presente nella gallery che trovate in alto, è stato premiato con il titolo di “Residenza dei Limoni Man of the Match“.



La cronaca

L’inizio del match è tutto in favore dei padroni di casa. E a dirlo è il tabellone. Al secondo giro di lancetta, infatti, è Bandera ad innescare la manovra, grazie ad un’azione personale sviluppata lungo la linea di touche. L’estremo rossoblu suggerisce per Marini che, con sicurezza, avanza con l’ovale fino ad aprire per Secchi Villa che si invola per il 5-0 temporaneo. Il forcing rossoblu è in rampa di lancio. Nei minuti che seguono, infatti, I Centurioni continuano ad aggredire la linea avversaria, rendendosi seriamente pericolosi in due nette occasioni di marcare, ma le azioni sfumano per imprecisioni. La pressione dei padroni di casa viene però premiata al 20’. La seconda linea argentina Cuello varca la linea di meta avversaria, al al termine di un’azione insistita, e manda il punteggio sul 10 – 0. La tripletta de I Centurioni giunge solo quattro minuti dopo. Da un raggruppamento sui 40 metri del Varese, è ottimo il timing di apertura dell’ovale di Cittadini. Il mediano di mischia chiama in causa il numero 10 Cosio che fa scorrere l’ovale fino a Zaffino il quale, ingranata la marcia alta, schiaccia il 15-0 bresciano. Altri due giri di lancetta e arriva il bonus offensivo per i padroni di casa. Bandera finalizza al meglio un ottimo uno – due tra capitan Scanferla e Cosio. La coppia raggira la difesa biancorossa per il 22-0. Alla mezz’ora giunge la risposta degli ospiti. L’apertura Broggi schiaccia in meta il 22-7 al 31′, ma si rivela il preludio per la seconda segnatura di Zaffino, di pregevole fattura. Varese approfitta di una favorevole decisione arbitrale nella metà campo bresciana e con un’altra vincente rolling maul trova la meta del 29-14. Ma non è finita. Con un intercetto velenoso negli ultimi istanti della frazione, Tamborini segna la meta del 29-21 con cui si chiude il parziale.
La ripresa è di marca rossoblu. Al 4’, è capitan Scanferla a muovere il tabellone, al termine di un’azione rapida nei 22 metri del Varese. Ma gli ospiti non mollano e si fanno sotto nuovamente al 10’, con una meta a tutto campo dell’apertura Broggi per un 34-28 poco rassicurante per i padroni di casa. Gli ospiti insistono e colgono un piazzato al 18’, ma i Centurioni non mollano e grazie ad un’ottima sinergia tra Corvino e capitan Scanferla nei 22 metri avversari, il numero 8 schiaccia la meta del 41-31. Il vantaggio aumenta alla mezz’ora grazie al piede di Lupatini dalla piazzola per il 44-31. Poco dopo, Varese fa nuovamente paura, ma la caparbietà dei padroni di casa e una gestione non impeccabile dell’attacco ospite non consentono che lo score subisca ulteriori cambiamenti. I biancorossi insistono sino al triplice fischio, ma I Centurioni dimostrano una competenza migliore nella gestione del vantaggio, rispedendo al mittente le velleità avversarie nei momenti più delicati.

 


Il commento del tecnico

«Era fondamentale uscire dal campo con cinque punti per la classifica, e lo abbiamo fatto. Quelle che ci attenderanno fino al termine della stagione credo che saranno tutte partite con questo grado di complessità, in particolare quando affronteremo formazioni che non hanno più nulla da perdere. La determinazione e la leggerenza, proprio come accaduto oggi contro Varese, sono elementi che renderanno i prossimi impegni meritevoli di attenzione massima. Noi abbiamo disputato un primo tempo di ottima fattura, con ottime giocate e con la messa a segno di cinque mete. Su errori banali, però, abbiamo subito tre mete nelle quali abbiamo evidenziato una difesa non ottimale da drive. Aspetto su cui lavoreremo già da martedì. Inoltre abbiamo commesso troppi falli, dimostrando di non essere in grado di adeguarci al metro arbitrale così come, in alcune fasi di attacco, forse galvanizzati dalle ottime mete, abbiamo evidenziato una leziosità che ci è costata cara. Dò, allo stesso tempo, atto ai miei giocatori che, nei momenti di difficoltà vera, ovvero quando stavamo conducendo di sei lunghezze, tutti hanno lavorato con grande serietà ed è emersa anche l’esperienza di alcuni giocatori come Corvino, Scanferla, Cuello. Ottimo il contributo anche di Azzini, nonostante la giovane età. Tanta fatica, ma abbiamo centrato il nostro obiettivo. E ritengo che spesso i target si centrino anche grazie e con fatica, proprio come accaduto oggi. Questa è una partita che ci prepara ancora meglio a quelle che ci attendono, che sappiamo saranno molto complesse, a partire dalla prossima domenica, quando la trasferta verso Novara si farà di certo sentire. Seguirà un test probante contro Bergamo per poi chiudere con gli scontri con le formazioni che occupano le posizioni di più alta classifica. Questo match sono certo che ci ha fornito ulteriori strumenti per giungere pronti agli esami che ci attendono».  

 


Il tabellino marcatori

I CENTURIONI RUGBY – RUGBY VARESE 44-31 (5-1)


I CENTURIONI RUGBY: Bandera, Secchi Villa, Azzini, Franceschini, Zaffino, Cosio (12’st Lupatini), Cittadini, Scanferla, Marini (20’st Tebaldini), Berardi, Cuello (20’st Franzoni), Rossetti (35’st Boschetti), Seye (7’st Trevisani), Corvino, Piovani (23’st Magli).
A disposizione: Tognoni.
Allenatore: Francesco Filippini

RUGBY VARESE: De Cecilia R., Taverna, Malnati, Valcarenghi, Fulginiti, Broggi (12’st Affri), Tamborini, Djoukouehi, Sessarego, Contardi (12’st De Cecilia L.), Pellumbi, Spiteri, Maletti (23’st Bobbato), Dal Sasso (26’st Patruno), Bosoni (1’st Gulisano).
A disposizione: Genua, Rolandi.
Allenatore: Stefano Pella

ARBITRO: Matteo Bertocchi

MARCATORI: Primo tempo: 2’m Secchi Villa; 20’m Cuello; 24’m Zaffino; 26’m Bandera tr Cosio; 31’m Broggi tr Tamborini; 33’m Zaffino tr Cosio; 36’m Sessarego tr Tamborini; 40’m Tamborini tr Tamborini (29-21).
Secondo tempo: 4’m Scanferla; 10’m Broggi tr Tamborini; 18’cp Tamborini; 21’m Scanferla tr Lupatini; 32’cp Lupatini (44-31).

NOTE: 16’st cg Valcarenghi.