U14: super partita contro Calvisano. Prima la rincorsa, poi la vittoria!

Coach Zanchigiani: «Partita intensa e con grande volume di gioco. Grande reazione del gruppo»

Partita difficile, ma dall’ottimo esito quella disputata da I Centurioni U14 allenati da Ivan Zanchigiani sul campo del Rugby Calvisano. Al termine di un match appassionante, i rossoblu hanno strappato un successo per 28-24. I Centurioni affrontano i quotati pari età in emergenza. In settimana un attacco febbrile costringe ai box Sisti e nel fine settimana le news dall’infermeria non sono per nulla buone. Nel corso del torneo studentesco infatti l’ala Cottali rimedia un infortunio che lo costringe allo stop. La partita inizia col brivido per i valgobbini. Neppure 3 minuti di gioco e Calvisano buca la difesa per ben due volte. I ragazzi non si scompongono e provano a modificare il trend. Al 10’, gli sforzi dei ragazzi sono premiati. Con un’azione caparbia portata avanti da tutta la squadra è la seconda linea Singh a sfondare la difesa avversaria e a segnare la meta che riapre i giochi. Damioli sfrutta la favorevole posizione e trasforma per il 12-7.

Ma i ragazzi di Zanchigiani non sono per nulla appagati e dopo una prorompente azione di Damioli, supportata al meglio dall’intero pacchetto di mischia, è la seconda linea Pinzariu a schiacciare il pallone oltre la linea di meta. Anche in questo caso, Damioli trasforma e i Centurioni passano in vantaggio. 

Passano alcuni minuti e stavolta è Calvisano a segnare. Grazie alla trasformazione il punteggio segna il sorpasso dei padroni di casa per 19-14.

Ma è nelle difficoltà che viene fuori l’orgoglio e la voglia di ribaltare la situazione dei Centurioni. 

Grazie alla grinta e alla disciplina i ragazzi di Zanchigiani innestano il turbo e riescono a varcare la linea di meta per due volte con Damioli e con Bisioli. In entrambi i casi il piede di Damioli completa l’opera e il risultato fa volare i Centurioni a quota 28 punti. I ragazzi stringono i denti e cercano di resistere agli assalti degli avversari. Tentativo riuscito, nonostante la meta a pochi minuti dalla fine che cristallizza il punteggio sul 24-28 finale.

 

«Le premesse non erano per nulla buone – commenta soddisfatto al termine coach Zanchigiani -. Le defezioni di Sisti e di Cottali ci hanno costretto a una domenica di pura sofferenza. I ragazzi sono partiti col freno a mano tirato e hanno pagato lo scotto di un approccio timido alla partita. Ma poi sia i veterani che i nuovi hanno tirato fuori l’orgoglio e riportato la partita su un binario favorevole. Hanno provato a riportare sul campo tutte le situazioni che proviamo costantemente in allenamento e i risultati si sono visti. Non si sono abbattuti nonostante la partenza ad handicap e hanno ribaltato il risultato con la grinta e la voglia che li ha sempre contraddistinti. Ricevere i complimenti dall’allenatore del Calvisano per il tipo di partita fatta, per la correttezza e la grande mole di gioco sviluppata fa piacere a me in primis, ma soprattutto deve inorgoglire i ragazzi perché entrambe le squadre hanno meritato questo plauso!».