U18: la sconfitta contro Mantova costa cara ai Centurioni

Coach Ceretti: «Un vero peccato: era un match completamente alla nostra portata»

Una sconfitta di quelle che fanno male davvero perché è un ko che definisce in maniera irrevocabile il prosieguo della stagione. I Centurioni U18 condotti da Pierangelo Ceretti e Nicola Letinic sono usciti sconfitti dal confronto in trasferta contro il Rugby Mantova, diretto avversario per la conquista della seconda piazza che consentiva l’accesso alla fase successiva rappresentata dall’accesso ai barrages.
Il ko per 36-14, maturato al termine di un match sottotono per i rossoblù, rende del tutto inutile fare bottino nell’ultimo turno di regular season – domenica 28 aprile contro il Rugby Bergamo, a causa della peggiore differenza punti negli scontri diretti maturata contro Mantova.

Questo il 15 scelto per scendere in campo dal primo minuto: Ferremi, Capretti, Firmo, Bugatti, Marra, Monteleone, Ricchini M., Brunelli, Melzani Federico, Cantoni, Cela, Cometti, Facchinetti, Ricchini L., Hasnabi.
A disposizione: Dobja, Alexandru, Melzani Filippo.   

Che il match sarebbe stato in salita lo si vede già nella prima frazione, terminata con un vantaggio di 19-7 per i padroni di casa. I punti rossoblù sono giunti al 31’ con una meta di Mattia Ricchini, trasformata da Ferremi. Nella ripresa il copione non cambia. Mantova schiaccia altre tre mete alle quali I Centurioni rispondono con la segnatura di Brunelli al 5’ del secondo tempo per il 36-14 finale.

«Sono amareggiato, perché era una partita assolutamente alla nostra portata – commenta l’Head Coach Ceretti -, anche nelle condizioni estremamente rimaneggiate nelle quali ci troviamo. Avremmo, infatti, potuto vincere conquistando anche il bonus offensivo. Mi rammarico parecchio dell’atteggiamento quasi rinunciatario dei ragazzi, perché sono partiti con la sconfitta già in mente. Del resto, già da qualche settimana la squadra si è dimostrata molto più concentrata sulle assenze e gli infortuni che sulle partite da vincere. Comprendo che siamo arrivati a questa fase di stagione ridotti ai minimi termini, ma l’ho detto con forza ai ragazzi: è fondamentale provarci sempre, avere sempre voglia di lottare. Purtroppo siamo completamente fuori dalla corsa per i barrage e questo mi dispiace molto, in particolare per la facilità con cui abbiamo concesso questo successo agli avversari. Non abbiamo mai realmente risposto ai loro attacchi, così come quando avevamo noi il pallone in mano non abbiamo provato mai a dare la giusta continuità. Questo è pertanto il risultato giusto di quanto visto in campo. Evidenzio l’ottima prova di Bugatti e Melzani, ma per gli altri, in questo appuntamento importante, mi trovo costretto a sottolineare una scarsa voglia di fare».