Seniores: domenica alle 15,30 il super match contro il Rugby Rovato

Filippini: «Ci troviamo alla vigilia di una finale, anche se il nostro avversario non scenderà sul nostro stesso campo»

Concluso l’allenamento di rifinitura in previsione di un match di fondamentale importanza per la fase finale della stagione di Scanferla e compagni. Domenica, con kick off alle 15,30 sul campo “Pagani”, I Centurioni affronteranno i padroni di casa del Rugby Rovato. Si tratterà di un derby all’ennesima potenza. Oltre, infatti, allo spettacolo e all’agonismo che, come di consueto, accompagnano le sfide tra “cugine”, la terzultima giornata di serie B potrebbe consegnare la certezza matematica di una promozione nella serie maggiore per la formazione guidata Francesco Filippini.

Conti alla mano, la situazione vede un solo numero all’orizzonte.
I rossoblù conducono la classifica con 91 lunghezze, a quattordici di margine dal primo inseguitore rappresentato dal Monferrato Rugby, impegnato domenica, in trasferta, contro il Rugby Bergamo. Al terzo posto, con 75 lunghezze, si trova invece il 15 rovatese, matematicamente fuori dalla corsa promozione. Il sigillo della certezza di un approdo in serie A, per i rossoblù, dista pertanto due lunghezze. Una cifra che la formazione del presidente Bugatti potrà fare sua entro i prossimi 240 minuti di questa serie B.

All’andata I Centurioni conquistavano contro Rovato un successo con bonus con lo score di 37-22. Una vittoria messa in cassaforte in soli quaranta minuti, grazie al 34-5 che brillava sul tabellone al termine della frazione. Un primo tempo che coach Filippini, al termine, aveva definito come «il migliore» fino a quel momento e che era stato costruito sulle solide basi di una mischia straordinaria – non a caso, le prime due segnature rossoblù erano mete tecniche assegnate dall’arbitro a causa delle difficoltà evidenziate dagli ospiti in quella specifica fase di conquista – e, nel complesso, su una maggiore incisività nel combattimento e nella sfida uno contro uno. Preso il largo e stretto nelle mani il bonus offensivo, I Centurioni, nella ripresa, allentavano la presa, consentendo agli avversari di tentare l’aggancio. Nei minuti finali, però, i rossoblù, intenzionati a non concedere altro spazio agli ospiti, tornavano al rigore del primo tempo. Soffocando le incursioni avversari, chiudevano la contesa con un più che rassicurante margine di 15 lunghezze. Quello, per il 15 di Filippini, era il nono turno e il nono successo. Da allora, Scanferla e compagni, di vittorie, ne hanno collezionate altre dieci, mantenendosi sinora imbattuti.

«Credo che la partita di dopodomani sarà molto diversa da quella dello scorso dicembre – commenta il tecnico Francesco Filippini -. Da allora ritengo infatti che entrambe le formazioni siano cresciute e si siano evolute negli aspetti che, proprio nel primo match, presentavano qualche limite. Penso, per quanto riguarda la mia squadra, all’efficacia della nostra linea dei trequarti e, su sponda Rovato, per la tenuta della mischia». Una doppia crescita che, secondo l’allenatore rossoblù, servirà a mettere a disposizione del folto pubblico sugli spalti «uno spettacolo di buon livello, un match certamente equilibrato e con uno score finale che sarà, con ogni probabilità, con uno scarto molto limitato».

«L’importanza dell’esito di questo match è conclamata – continua Filippini – e assume i contorni di una finale sebbene il nostro avversario Monferrato sia impegnato sul campo di Bergamo. Oltre alle motivazioni che, per tradizione, accompagnano i derby, il destino di questo campionato ha voluto che proprio dal risultato della sfida contro Rovato passasse uno snodo fondamentale per il nostro obiettivo rappresentato dalla promozione in serie A». Per raggiungerlo, «non scenderemo ovviamente in campo per conquistare i due punti che ci mancano, ma proveremo a vincere mostrando la serietà e la determinazione che abbiamo evidenziato durante tutta la stagione» continua l’Head Coach. Una strategia volta a provare a mettere il sigillo sulla promozione già al primo match ball.

«I nostri avversari continuano a mostrare una qualità tecnica su tutte. Sono, infatti, particolarmente attrezzati se messi in condizione di possedere palloni e spazi – descrive il tecnico -. Per questo motivo saranno per noi determinanti l’estrema diligenza in fase difensiva e la cura nella conservazione del possesso. Gli imperativi, inoltre, saranno la disciplina, l’efficacia nei punti di incontro e la copertura puntuale del nostro territorio, dove non dovremo concedere alcuno spazio. Come nel resto della stagione, inoltre, dovremo avere la forza di condurre l’incontro sin dalle battute iniziali, imponendo il nostro gioco che, proprio in queste settimane, abbiamo ripreso durante le sedute al fine di sedimentarne ulteriormente cardini e modalità».

Rispetto all’ultimo turno disputato contro Bergamo, tornano a disposizione del tecnico de I Centurioni il pilone Piovani e il trequarti Bandera. Saranno, invece, assenti l’indisponibile Trevisani e gli infortunati Lepre, Cavagna, Aru e Giori.

Questa la probabile formazione che affronterà il Rugby Rovato
: Bandera, Zaffino, Azzini, Franceschini, Secchi Villa, Cosio, Cittadini, Scanferla, Marini, Berardi, Cuello, Rossetti, Seye, Corvino, Piovani.
A disposizione: Gennari, Magli, Franzoni, Tebaldini, Bettinsoli, Savardi, Lupatini.

Arbitra il match il signor Gianluca Gnecchi (BS)