I Centurioni Rugby confermano la trattativa con la società Junior Rugby Brescia

Il CdiA rossoblù non intende diramare ulteriori informazioni sulla proposta, nel rispetto di atleti e staff tecnico e per permettere confronti sereni tra le parti

In relazione agli articoli comparsi sulla stampa locale nelle giornate di giovedì 30 maggio e di mercoledì 5 giugno relativi alle trattative che, a vario titolo, riguardano la società Junior Rugby Brescia, nelle quali sono citati come parte interessata anche I Centurioni Rugby, il consiglio di amministrazione riferisce la piena comprensione a tale attenzione. Il club cittadino rappresenta, infatti, una realtà storica per tutto il movimento rugbistico bresciano e nazionale, verso il quale il riguardo di chiunque ami questa disciplina deve essere massimo.

I Centurioni Rugby, nel merito, confermano che sono in essere confronti con i vertici del club cittadino, sebbene quanto emerso sino ad ora mezzo stampa differisca in alcuni punti – per forma e contenuti – dalla reale proposta formulata. A tale proposito, la società dichiara di aver raccolto l’appello del presidente della Federugby Alfredo Gavazzi a fornire un’opzione ulteriore al club bresciano. Richiesta formulata sempre attraverso le colonne del medesimo quotidiano.

Il presidente Ottorino Bugatti e il suo consiglio di amministrazione ritengono, inoltre, che da troppi anni, sul suolo nazionale, club di grande tradizione siano scomparsi, lasciando voragini difficilmente colmabili nell’ossatura, nella cultura e nella tradizione del nostro sport nel Paese. La nostra presenza al tavolo delle trattative vuole rappresentare pertanto un’opzione ulteriore per la dirigenza della Junior Rugby Brescia. Siamo persuasi che il nostro possa rappresentare un supporto serio e interessato al futuro e alla crescita del club cittadino, in particolare nell’ottica della tutela dei giovani atleti ai quali riteniamo sia doveroso garantire un percorso armonioso e nel rispetto delle diverse esigenze che sorgono nel loro percorso di sviluppo.

Ulteriori informazioni circa la nostra proposta non verranno diramate, alla luce delle discussioni aperte e, pertanto, in piena evoluzione. Riteniamo, inoltre, doveroso il rispetto di tutte le parti sedute al tavolo, le quali devono conservare, a nostro avviso, piena tranquillità per proseguire nelle riflessioni e nelle valutazioni.

Pensiamo, infine, che questa attenzione sia fondamentale per la salvaguardia del futuro di giocatori, tecnici e staff del Rugby Brescia. Per I Centurioni Rugby questo rappresenta il patrimonio più prezioso di una società sportiva e con commisurato riguardo va trattato.




In relazione agli articoli comparsi sulla stampa locale nelle giornate di giovedì 30 maggio e di mercoledì 5 giugno relativi alle trattative che, a vario titolo, riguardano la società Junior Rugby Brescia, nelle quali sono citati come parte interessata anche I Centurioni Rugby, il consiglio di amministrazione riferisce la piena comprensione a tale attenzione. Il club cittadino rappresenta, infatti, una realtà storica per tutto il movimento rugbistico bresciano e nazionale, verso il quale il riguardo di chiunque ami questa disciplina deve essere massimo.

I Centurioni Rugby, nel merito, confermano che sono in essere confronti con i vertici del club cittadino, sebbene quanto emerso sino ad ora mezzo stampa differisca in alcuni punti – per forma e contenuti – dalla reale proposta formulata. A tale proposito, la società dichiara di aver raccolto l’appello del presidente della Federugby Alfredo Gavazzi a fornire un’opzione ulteriore al club bresciano. Richiesta formulata sempre attraverso le colonne del medesimo quotidiano.

Il presidente Ottorino Bugatti e il suo consiglio di amministrazione ritengono, inoltre, che da troppi anni, sul suolo nazionale, club di grande tradizione siano scomparsi, lasciando voragini difficilmente colmabili nell’ossatura, nella cultura e nella tradizione del nostro sport nel Paese. La nostra presenza al tavolo delle trattative vuole rappresentare pertanto un’opzione ulteriore per la dirigenza della Junior Rugby Brescia. Siamo persuasi che il nostro possa rappresentare un supporto serio e interessato al futuro e alla crescita del club cittadino, in particolare nell’ottica della tutela dei giovani atleti ai quali riteniamo sia doveroso garantire un percorso armonioso e nel rispetto delle diverse esigenze che sorgono nel loro percorso di sviluppo.

Ulteriori informazioni circa la nostra proposta non verranno diramate, alla luce delle discussioni aperte e, pertanto, in piena evoluzione. Riteniamo, inoltre, doveroso il rispetto di tutte le parti sedute al tavolo, le quali devono conservare, a nostro avviso, piena tranquillità per proseguire nelle riflessioni e nelle valutazioni.

Pensiamo, infine, che questa attenzione sia fondamentale per la salvaguardia del futuro di giocatori, tecnici e staff del Rugby Brescia. Per I Centurioni Rugby questo rappresenta il patrimonio più prezioso di una società sportiva e con commisurato riguardo va trattato.