I CENTURIONI RUGBY DIFFIDANO DALL’UTILIZZO DEL LORO NOME PER SCOPI PROPAGANDISTICI E POLITICI

Comunicazione ufficiale del Consiglio di amministrazione della società

scelti per voi

La società I Centurioni Rugby, nella figura del suo presidente Ottorino Bugatti e di tutti i membri del consiglio di amministrazione, diffida qualsiasi partito, movimento, associazione di stampo politico e ideologico dall’impiego strumentale del proprio nome, del proprio logo, delle proprie vicende sportive e organizzative per propaganda e per promozione di qualsivoglia corrente di pensiero.

Nelle ultime settimane, infatti, su più fronti, il nome del club è stato impropriamente impiegato per i più disparati – nonché irrispettosi –motivi e obiettivi.

Con queste righe rammentiamo agli autori di locandine, messaggi, striscioni e di qualsiasi altro mezzo impiegato che la nostra società rispetta da sempre ogni corrente di pensiero e con qualunque amministrazione, di qualsiasi schieramento politico, si è dimostrata coerente e collaborativa, anche nelle situazioni che, negli anni, si sono dimostrate avverse alla conduzione dell’attività. Questo perché il rispetto rappresenta per i colori rossoblù tanto un mezzo, quanto un fine.

La posizione de I Centurioni
Rugby rappresenta in ogni momento un luogo inclusivo, ove, sopra a tutto, ciascuna delle centinaia di persone che ne fanno parte ogni stagione sportiva, da 55 anni a questa parte, trovi accoglienza e rispetto, siano esse adulti o bambini, uomini o donne, di qualsiasi razza o religione.

I Centurioni Rugby sono e resteranno sempre una società apolitica.

La società, infine, informa che il nome e il marchio de I Centurioni Rugby sono regolarmente registrati presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.
Si fa, pertanto, ufficiale divieto di impiegarlo senza l’autorizzazione della proprietà degli stessi.