L’Ad Turrini: «Il lavoro di MAW è orientato alle persone e lo sport è l’attività che più di tutte aiuta a sviluppare proprio le attitudini che qualificano le persone fantastiche, quelle che possono aiutare le aziende ad affrontare le sfide lavorative del futuro»

Il presidente Bugatti: «Il sostegno che questa importante società ha concesso ai nostri colori garantirà la titolazione del nostro campo da gioco, dando vita ad un unicum nella storia della nostra società, iniziata nel 1964»

 

 

Si chiamerà MAW Stadium il nuovo impianto da gioco che ospiterà tutte le partite interne delle formazioni de I Centurioni Rugby a partire dall’inizio della nuova stagione.

Il centro sportivo di Cogozzo di Villa Carcina, infatti, prenderà il nome del partner con il quale la società rossoblù guidata dal presidente Ottorino Bugatti ha sottoscritto un accordo quinquennale, a sigillo del reciproco interesse che le parti nutrono, ciascuna nel proprio comparto di attività, per lo sviluppo e la realizzazione dell’individuo.

MAW Men At Work Agenzia per il Lavoro S.p.A. è una delle realtà più dinamiche nel settore del lavoro somministrato. Opera in Italia con oltre 60 filiali ed è fortemente focalizzata sul settore industriale, specializzata in particolare nella gestione delle risorse umane delle realtà imprenditoriali che rappresentano il Made in Italy nei settori alimentare, cosmetico, chimico, metalmeccanico, del legno e dell’arredo, del turismo e della ristorazione, dell’automazione e multiservizi. MAW è presente in oltre 100 distretti industriali del Nord e Centro Italia e, a oggi, conta più di 3.000 aziende in portafoglio su tutto il territorio nazionale. Fondata in Italia nel 1998, nel 2017 MAW ha liquidato le quote di partecipazione dei soci non operativi, permettendo ad un fondo spagnolo, Proa Capital Iberian Buyout Fund II F.C.R. – gestito da ProA Capital de Inversiones – di entrare nella nuova compagine sociale. Questa operazione, fondamentale per lo sviluppo internazionale di MAW, si è tradotta in un plus di servizio per le aziende clienti, che si aprono a loro volta a mercati oltreconfine, e in maggiori opportunità di crescita professionale per le risorse interne, che potranno intraprendere percorsi internazionali o addirittura diventarne soci. 

Il lavoro è al centro del business di MAW, così come per I Centurioni Rugby riveste un elemento primario, sia in campo che fuori dal rettangolo di gioco. Nel piano di sviluppo del club che ha preso vita nella tarda primavera del 2016, la società ha inserito anche una profonda novità rispetto al passato che trova proprio nel lavoro il suo centro. Il mercato dei giocatori Seniores, infatti, prevede la messa a disposizione di un posto di lavoro agli atleti interessati. Uno strumento che il club ha ritenuto essere rispettoso della fisionomia stessa dell’area geografica che ne ospita l’attività sportiva, nella quale si è evidenziata una sostanziale fuoriuscita dalle secche della crisi e un ritorno alla forte vocazione industriale che ne contraddistingue il codice genetico. Secondo I Centurioni Rugby, questo modello – al quale già molti atleti hanno aderito nelle ultime tre stagioni sportive – consente loro un inserimento completo non solo nell’ambito del club, ma anche nel tessuto economico e sociale dell’ambiente che li accoglie, mettendoli al centro di un percorso di sviluppo delle proprie competenze e ambizioni.  

«Il lavoro di MAW è orientato alle persone e abbiamo capito che per avere successo nel mondo del lavoro e affrontare in maniera vincente il cambiamento in atto, le aziende hanno bisogno di persone fantastiche: persone dotate di energia, motivazione, capaci di lavorare insieme e di trovare nuove soluzioni – dichiara l’amministratore delegato di MAW Francesco Turrini -. Lo sport è l’attività che più di tutte aiuta a sviluppare proprio le attitudini che qualificano le persone fantastiche. Questo è ancora più vero per il rugby. Con il suo particolare codice etico, questo sport rappresenta le caratteristiche che non solo fanno persone fantastiche, ma che riescono addirittura a fare squadre fantastiche, unite da coraggio e perseveranza, disciplina, lealtà, rispetto dell’avversario e lavoro. Da sempre MAW si riconosce in questi principi, che sono alla base anche del lavoro e grazie ai quali è possibile costruire organizzazioni fantastiche. Per questo MAW ha scelto di avvicinarsi al rugby. Fra tutte le squadre abbiamo scelto poi I Centurioni. È quasi un atto dovuto, verso un territorio come quello della Valtrompia e della Valsabbia, dove MAW ha stretto un legame fortissimo sia con le aziende sia con i lavoratori. Firmando poi quella che sarà la “nuova casa” della squadra a Villa Carcina per i prossimi anni, abbiamo voluto essere più che semplici sponsor: abbiamo voluto essere testimoni del futuro de I Centurioni».

«È mio dovere e piacere ringraziare MAW per la condivisione del nostro progetto sportivo che, a partire dal prossimo campionato, potrà godere di una struttura adeguata allo svolgimento della nostra attività – commenta il presidente de I Centurioni Rugby Ottorino Bugatti -. Il sostegno che questa importante società ha concesso ai nostri colori garantirà la titolazione del nostro campo da gioco, dando vita ad un unicum nella storia della nostra società, iniziata nel 1964. E lo sarà perché lo stadio e le relative strutture saranno la nostra casa esclusiva per almeno trent’anni, dopo oltre cinquanta di nomadismo obbligato dall’assenza di soluzioni adeguate. Inoltre ciò potrà avvenire grazie alla sensibilità degli amministratori del comune di Villa Carcina che nella concessione hanno previsto la possibilità che lo storico campo “Dei Pini” potesse assumere altra denominazione. Il nostro impegno sarà quello di onorare questa importante occasione favorita dalla partnership con una realtà prestigiosa come MAW. La nostra mission, domani come ieri, sarà rappresentata dalla creazione di un luogo accogliente e inclusivo dove i ragazzi di Villa Carcina, di Lumezzane e di tutta la Valle Trompia possano crescere nello sport e nell’etica del rugby, aspetti questi indissolubilmente legati».