Seniores #A: continuano i test. Lo staff prosegue le valutazioni

La formazione di coach Filippini pronta alla partenza per il ritiro ai piedi della Presolana

I Centurioni #A continuano la loro preparazione in vista dell’esordio di campionato previsto per domenica 20 ottobre contro il Rugby Parabiago.

Come da cronoprogramma, nell’ultimo weekend i rossoblù hanno preso parte alla sesta edizione del «Trofeo Bossini Tentorio», ospitato sul campo del Rugby Lecco. Al quadrangolare, oltre ai padroni di casa, hanno preso parte i futuri avversari del CUS Torino e il Rugby Franciacorta, fresco di promozione in serie B.

Così come in occasione dell’uscita precedente – triangolare ospitato dal Rugby Valpolicella – lo staff tecnico della formazione ha continuato ad operare inserimenti ed esperimenti, al fine di valutare l’intera rosa a disposizione, inserendo inoltre alcuni elementi della formazione U18 per permettere loro di confrontarsi con un livello più competitivo di rugby, in ottica della prossima stagione nell’ultima categoria Juiniores.

Discorso analogo anche per alcuni atleti provenienti della formazione Seniores #C, i quali hanno fornito il loro contributo nella probante competizione lecchese.

Restano fermi ai box gli infortunati Gelmini, Mariani, Florio, Zaffino, Lupatini, Lepre, Cosio, Piovani e Mokom, con questi ultimi tre in fase di rientro definitivo.

La giornata ha evidenziato un successo per i colori rossoblù ai danni del Franciacorta, maturato con lo score di 19-7, e due sconfitte per 29-0 contro il CUS Torino e per 12-0 contro il Rugby Lecco.

«Siamo un cantiere aperto, nel quale lo staff tecnico sta continuando a sperimentare – descrive l’Head Coach Francesco Filippini -. Analizzando i tre impegni sostenuti, ritengo che contro Torino, il 15 schierato abbia evidenziato una buona organizzazione difensiva, al centro della nostra analisi, con alcuni errori difensivi. In attacco, invece, le sbavature sono state più numerose, con un possesso complessivamente limitato».

Il secondo test contro Lecco ha evidenziato «un’attitudine sufficiente, ma la formazione eccessivamente sperimentale non ha consentito di alzare la qualità della prestazione. Contro Franciacorta, invece, la squadra ha mostrato una partita ordinata e giocata con criterio, nel rispetto di consegne e princìpi, dove sono emerse buone indicazioni anche dai più giovani».

Venerdì 27 settembre, invece, per la formazione e lo staff tecnico sarà tempo di ritiro che, per il terzo anno consecutivo, verrà ospitato ad Onore, nella Bergamasca, alle pendici della Presolana.

«Gli obiettivi di questo weekend di ritiro sono molteplici – continua Filippini -. In primis, intendiamo continuare il processo di integrazione dei nuovi arrivati e al gruppo intero verrà trasmessa la filosofia di gioco che interpreteremo nel corso della stagione. Venerdì faremo una seduta di video analisi dei test sino ad ora sostenuti. In tema tecnico, ripasseremo e chiuderemo il lavoro sui princìpi difensivi e sul lavoro offensivo, sia in termini di disposizione in campo che di piano di gioco. Il tempo trascorso insieme, inoltre, verrà impiegato per consolidare la preparazione fisica, accostati a lavori su tecnica individuale di ruolo».