U16: secondo test in vista dell’esordio con derby del 5 ottobre

Coach Geddo: «Brescia squadra di livello. Buon risultato per noi, bravi i ragazzi a contrastare gli avversari»

Un larghissimo successo nel primo test, in casa, contro i coetanei del Vallecamonica e una sconfitta per 26-19, in trasferta, nel secondo, sul campo della Junior Rugby Brescia.

Questo il ruolino di marcia della formazione U16 guidata da coach Geddo, in piena preparazione al ritorno ufficiale alle gare che si terrà sabato 5 ottobre, alle 19,30, sul sintetico del “Rossaghe”, ed affronterà i parietà del Rugby Franciacorta.

«Abbiamo fissato questa amichevole nel mezzo della settimana per permettere un recupero adeguato proprio in vista dell’inizio della stagione – commenta l’Head Coach – e con lo staff tecnico (Geddo è, infatti, coadiuvato da Stefano Scanferla, Gianluca Soldo e Ramon Bertoli ndr.) abbiamo condiviso una profonda soddisfazione per quanto espresso in campo dalla squadra. Il test con il Brescia è stato, certamente, una prova di livello. Va, infatti, ricordato che la squadra cittadina, lo scorso anno, ha chiuso in seconda posizione nel girone Èlite ed ad un solo punto dalla prima occupata dal Franciacorta. Si tratta, pertanto, di una squadra molto competitiva, come confermato nell’amichevole disputata contro di noi. Abbiamo scelto di strutturare la partita in tre tempi da venti minuti, proprio per consentire allo staff tecnico di condividere con i giocatori maggiore precisione nelle indicazioni. Il risultato che abbiamo conquistato, ovvero la sconfitta per una meta di scarto, è senza dubbio molto positivo. È stato lo specchio fedele di un match tirato e combattuto su ogni punto di incontro. Noi siamo stati in molte occasioni molto efficaci nel contrastare l’aggressività degli avversari, elemento cardine della loro prestazione, attraverso diverse contro ruck, recuperi di palla e la conquista di calci di punizione a nostro favore. Sono molto contento della prova dell’intero gruppo. Dall’inizio di questo percorso intrapreso lo scorso luglio, in particolare per gli atleti al primo anno nella categoria, e che sta entrando nel suo vivo, passando da un test probante come questo contro Brescia, ha già evidenziato una crescita costante di ciascun elemento. Sono certo che le grandi qualità sulle quali possono contare i giocatori consentiranno loro di trarre grandi soddisfazioni dal loro percorso».

E nell’ultima settimana prima dell’esordio in questo campionato contro Franciacorta, finalista nazionale dello scorso campionato, «avremo l’obiettivo di mettere sincronia nei meccanismi della touche e dei lanci del gioco da mischia, riprendendo i concetti difensivi della salita».