U14: inizio positivo della nuova stagione

Coach Lepre: «Un plauso per lo spirito combattivo e la determinazione difensiva»

Inizio di stagione positivo per il giovanissimo gruppo de I Centurioni U14 guidati da coach Gianluca Lepre e dal preparatore atletico Tommaso Nicoli.

Nell’esordio stagionale sul campo dei pari età del CUS Brescia Rugby, infatti, la squadra rossoblu è uscita dal campo con una rotonda vittoria per 68-26, frutto della messa a segno di dieci mete.
 
Il primo ad aprire le marcature è stato Cottali, con un bottino che, al termine del match, vedrà la messa a segno di mete.
La doppietta del velocissimo trequarti giunge solo cinque minuti dopo.
Sisti, dalla piazzola, manda i suoi sul 14-0.
Al 14’ è il momento di Buffoli, al suo primo incontro ufficiale, che amplia ulteriormente il gap con gli avversari che passa sul 28-0, al 19’, grazie alla meta di Goffi. Entro il termine della frazione c’è ancora tempo per I Centurioni per andare in meta. Sisti schiaccia l’ovale per il 35-0 con cui si va sul riposo.

Nella ripresa, è ancora il Centurione Buffoli a segnare, seguito da una rapida coppia di ulteriori marcature ad opera di Sisti e Serra. Dall’altra parte giunge la reazione dei padroni di casa che sbloccano il tabellone portando il parziale sul 54-21. Negli ultimi minuti di gioco, I Centurioni affondano nuovamente con Cottali e Buffoli, mentre i Bresciani rispondono con una meta per il definitivo 68-26.

«L’aspetto che, più di ogni altro, mi ha soddisfatto della prestazione della squadra è stato, senza dubbio, l’atteggiamento molto combattivo, soprattutto nei punti di incontro e nella difesa in generale – commenta coach Lepre -. Calcolando il livello dal quale partivamo ho trovato positivo anche il movimento della palla e la ricerca della continuità diretta. C’è da lavorare molto sulla comunicazione, ma soprattutto sul posizionamento in campo che, come normale che sia, non è stato dei migliori. Molti giocatori vengono infatti dalla U12 e, anche se si sono comportati molto bene, hanno fatto molta fatica nella scelta della posizione da prendere sia in attacco che in difesa. Altro punto su cui lavorare è il sostegno, che deve essere più rapido e presente. Lavoreremo, infine, sull’utilizzo del piede, argomento che non conoscono ancora molto bene. In sintesi, la prova è stata molto soddisfacente e mi ha permesso di osservare con maggiore dettaglio, lacune e pregi di questa squadra».