U16: schiacciante successo, 74-0 sugli ospiti del Desenzano

Coach Geddo: «Consegne rispettate appieno: stessi punti messi a segno in entrambe le frazioni»

Per I Centurioni U16 altro successo con bonus nell’ambito del proprio girone preliminare. Contro i pari età del Rugby Desenzano, i ragazzi guidati da coach Geddo coadiuvato da capitan Scanferla hanno conquistato una vittoria per 74-0. Il prossimo turno, per i rossoblù è prevista una giornata di riposo. Si dovrà pertanto attendere la prossima settimana per conoscere quali siano gli avversari per il campionato che ne seguirà.

Al primo minuto, questo il 15 in campo: Peli, Perini, Damioli, Cavagna, Moretti, Mantovani, Fava, Bugatti, Zubani, Lonatini, Singh, Taglietti, Bisioli, Tinelli, Di Cesare.
A disposizione: Piccinelli, Mino, Cantoni, Aurola, Piccinotti, Causetti, Micheletti

La prima segnatura è giunta al termine del primo giro di lancetta dal fischio d’inizio, schiacciata – e trasformata – dall’apertura Mantovani per il 7-0 che, solo tre minuti dopo, è salito sul 12-0 grazie alla meta del mediano di mischia Fava. Il ritmo è serrato. Al 7’, la seconda linea Lonatini mette la sua firma sul match seguito dal vicecapitano, il numero 8 Bugatti, al 16’. Prima del termine della frazione, altre due le mete rossoblu: al 23’, è ancora Mantovani a schiacciare la seconda delle tre mete complessive del suo sabato, seguito, allo scadere, dalla seconda linea Singh. I Centurioni sono andati al riposo con un vantaggio di 38-0.
Rientrati in campo, al 3’, è capitan Cavagna ad allungare. Con il preciso contributo di Mantovani, lo score sale sul 45-0. Sette minuti dopo il centro rossoblu trova la doppietta. Al 13’, è il suo compagno di reparto Damioli che c’entra il 57-0, grazie al contributo dalla piazzola del numero 10. Entro il termine del match, i padroni di casa sono andati in meta altre tre volte: al 25’ con Causetti, al 27’ con Bugatti ed ha chiuso i conti Mantovani allo scadere.

«La squadra ha rispettato appieno le consegne impartite dallo staff – commenta l’Head Coach Geddo – ovvero di rimanere determinati e concentrati per l’intera durata del match. I ragazzi hanno risposto con precisione andando a segno con 38 punti nella prima frazione e chiudendo, nella seconda, con la messa a segno pressoché delle stesse lunghezze. Ciò significa, innanzitutto, che tutti i giocatori, sia titolari che subentrati dalla panchina, hanno contribuito significativamente al successo finale, e senza distinzioni. Abbiamo apprezzato molto che la squadra si sia data un ulteriore obiettivo, ovvero quello di non incassare mete. Target che è stato centrato con precisione. I ragazzi stanno prendendo consapevolezza delle loro qualità e questo è il terreno giusto su cui crescere. Le prossime settimane, anche alla luce dello stop del campionato, ci concentreremo sulla difesa, sia in termini di organizzazione che nel placcaggio di recupero e nel primo sostegno nel punto di incontro. Sottolineiamo con soddisfazione in questo match l’esecuzione dei lanci del gioco, delle mischie, delle touche in miglioramento, del sostegno in mismatch e della difesa allargata. Stanno comprendendo in profondità i princìpi di questo sport e questo è per lo staff l’obiettivo primario».