Alessandro Geddo nuovo direttore tecnico e Head Coach della Seniores #A

IL GM Luca Raza: «Un grazie sincero allo staff uscente e a Filippini in primis, con il quale resta un legame profondo. Grande fiducia in Geddo, tecnico quotato e figura strategica per il nostro futuro»

Cambio al vertice della struttura tecnica de I Centurioni Rugby. Ufficializzata la nomina di Alessandro Geddo nei ruoli di direttore tecnico del club e di Head Coach della formazione Seniores militante in serie A. Manterrà, inoltre, la posizione di primo allenatore della squadra rossoblù Under 16. Il profondo mutamento in seno al club presieduto da Ottorino Bugatti è giunto all’indomani della decisione consensuale di accettare le dimissioni dalla panchina e dalla responsabilità tecnica degli allenatori del club di Francesco Filippini, del suo vice sulla panchina della prima squadra Gaston Cuello e dallo specialista delle posture degli avanti Daris Ghidini.

 

«Si tratta di una decisione radicale, maturata in un momento molto delicato per il nostro club e, in particolare, per la nostra prima squadra, alla luce dell’avvio complesso di questa stagione in serie A – commenta il General Manager Luca Raza -. I risultati, così come il clima nel suo complesso, non rispecchiavano le ambizioni societarie e da ciò si è deciso di intraprendere la strada del cambiamento. Filippini, Gaston e Ghidini sono e restano delle figure alle quali noi tutti siamo profondamente legati e riconoscenti, sia sul piano personale che professionale. A Francesco, che ha collaborato con noi per cinque stagioni (la prima, la 2015/2016, come direttore sportivo in serie A e, a seguire, sempre da Head Coach della prima squadra e direttore tecnico ndr), ribadiamo la nostra sincera riconoscenza per aver lavorato con serietà nel club, sia per la creazione di una struttura tecnica organica e professionale, che per aver ottenuto due straordinarie promozioni, prima in serie B, nella stagione 2016/2017, che, al termine dello scorso campionato, in A. A Gaston, presente in campo in questa eccezionale escalation di risultati, un grazie per le energie che ha donato da giocatore con questa maglia e il contributo fornito dalla panchina. A lui va un grazie sincero per essere rimasto con noi anche nel momento più duro della rinuncia alla serie A. A Daris, con il quale abbiamo un legame profondo e che affonda le radici nel tempo lontano, un grazie sincero per il lavoro svolto in queste stagioni sia con la prima squadra che per il contributo prezioso fornito alle formazioni giovanili. Abbiamo scelto la strada non facile del cambiamento radicale, voltando pagina con Alessandro Geddo. La scelta è ricaduta sulla sua figura perché la società ha avuto chiaro sin da subito di avere già nella propria struttura tecnica un allenatore dalle grandi competenze, con esperienze di qualità anche nella gestione tecnica di club. Il suo arrivo in estate nel ruolo di allenatore della nostra U16 e responsabile del settore giovanile aveva già mostrato importanti risultati, sia agonistici che organizzativi. Ciò lo ha reso quindi una figura strategica per il nostro futuro. Lo ringraziamo per aver accolto questa sfida non facile: il consiglio di amministrazione de I Centurioni ripone su di lui grande fiducia. A breve verranno annunciate altre figure che andranno a supportare il suo lavoro e a completare lo staff tecnico della nostra prima squadra».

 

«La società mi ha chiesto un aiuto in un momento non facile e sono molto contento di aver accettato questo incarico – commenta Alessandro Geddo -. Sono cosciente che ciò a cui sono chiamato e che mi è stato chiesto abbia grande rilievo per il club, visto il momento storico molto importante sia per il suo sviluppo che per il territorio che, con la nuova e straordinaria struttura in completamento, lo accoglierà nel prossimo futuro. Sarà una sfida avvincente e probante e non nego una certa emozione nel raccogliere questo importante testimone. Lo sono, inoltre, perché l’affinità di intenti con la società, in particolare nell’attenzione rivolta al settore giovanile, mi consente di lavorare in piena sintonia con le ambizioni societarie. A tale proposito, sono più che mai intenzionato a condurre altresì la formazione Under 16 in questa stagione nella quale, con il mio staff composto da Stefano Scanferla, Gianluca Soldo e Ramon Bertoli, siamo convinti che i ragazzi raccoglieranno importanti risultati. Rinnovo a Francesco Filippini tutta la mia stima, mai celata anche quando abbiamo lavorato, nel passato, in club diversi. La firma del suo ottimo lavoro rimarrà impressa nel club per lungo tempo. Il lavoro che sono chiamato a svolgere è importante, anche perché mi affaccio alla squadra a campionato già iniziato. Sono, al contempo, confidente che tutti si metteranno con serietà a disposizione di questo cambiamento. Ora il focus è tutto sul match contro il Rugby Milano di domenica 17 novembre: il nostro cammino di crescita e di evoluzione vedrà in quell’appuntamento un intermedio determinante per il futuro».

L’attività in seno alla Federazione Italiana Rugby, per la quale Alessandro Geddo ha prestato la propria collaborazione per dieci anni, terminerà domenica 10 novembre in occasione del Festival Under 16 che si svolgerà presso il centro sportivo di Rho.

Nella foto in alto, da sinistra il General Manager Luca Raza il nuovo direttore tecnico Alessandro Geddo.