Seniores #A: per I Centurioni trasferta sul campo del Rugby Milano

L’Head Coach Geddo: «Attitudine e impatto fisico saranno determinanti. Attenzione a Milano, molto esperta della categoria»

La serie A torna in campo domenica 17 novembre, dopo aver osservato un turno di riposo.

Per I Centurioni Rugby è tempo di mettersi in viaggio per affrontare, nel quarto turno del girone di andata, il Rugby Milano, con cui condivide l’ultima posizione in classifica e la stessa lunghezza conquistata nelle prime uscite stagionali.

Per i rossoblù, il punto è maturato nel match esterno contro il CUS Genova, grazie al bonus difensivo frutto del 17-12 finale. I biancorossi sono stati a loro volta severamente puniti dai giovani dell’Accademia Nazionale “Francescato” con lo score di 43-3. Sconfitti, inoltre, all’esordio stagionale, in casa, dal Rugby Biella, prossimo avversario di Scanferla & Co al MAW Stadium. Il bonus difensivo è giunto nell’ultimo turno disputato, in trasferta, contro il Settimo Rugby Torino, con lo score di 30-25.

Quella di domenica, con kick off alle 14,30 al campo “Curioni” di Segrate, nel Milanese, e condotti dall’arbitro Luigi Palombi di Perugia, sarà inoltre la prima partita per il nuovo Head Coach Alessandro Geddo, al lavoro con la squadra da una decina di giorni.

«È evidente che si tratti di una sfida importante e che senta una grande responsabilità non solo nei confronti della squadra, ma anche nei riguardi del grande impegno profuso dal club in questo momento storico – commenta Geddo -. C’è un grande desiderio di tornare in campo, di invertire il trend di questo inizio stagione. Sono al contempo tranquillo, perché credo che i risultati siano sempre frutto del lavoro. Sto conoscendo gradualmente tutti i giocatori, così come, un passo alla volta, sto iniziando il percorso che porterà la squadra ad interpretare la mia idea di gioco. Ho raccolto il testimone di una squadra in forma da un punto di vista atletico, presente e propensa ad apprendere. Non sto stravolgendo il loro percorso, sto piuttosto somministrando gradualmente gli elementi sui quali si deve fondare il rugby come penso che possa essere interpretato da questo gruppo. In particolare, ho trovato un reparto degli avanti solido che deve solamente trovare sicurezza nel lavoro. Allo stesso tempo, ho identificato nei trequarti elementi con qualità interessanti, che mi consentono di strutturare con consapevolezza il piano di gioco contro Milano».

E proprio del prossimo avversario, Geddo afferma: «I risultati parlano di un inizio di stagione con qualche difficoltà, ma non possiamo lasciarci ingannare. Milano è un avversario temibile, che ha una grande esperienza nella categoria e può contare su una prima linea molto solida con Corbetta, Pallaro – mio compagno di squadra nel Rugby Leonessa -, e Bigoni, che ho allenato nelle selezioni federali U16 e che, già allora, evidenziava il proprio talento. Inoltre, possono contare su qualche giocatore di estrazione dell’Accademia Federale, con tutte le garanzie che ciò comporta, e su un’apertura dalle buone capacità al piede».

Quale dovrà essere, pertanto, la risposta rossoblù? «Dovremo tenere una pressione molto alta in mischia chiusa – continua l’Head Coach -, e a tale proposito ritengo che sarà un test ottimale per comprendere i risultati degli accorgimenti che abbiamo operato nella settimana di lavoro. Alla linea dei trequarti ho apportato alcune modifiche volte a sfruttare al massimo la velocità dei nostri finalizzatori. Inoltre, sarà fondamentale l’apporto dei giocatori pronti a subentrare dalla panchina. La loro determinazione dovrà rappresentare un elemento vincente per il gruppo intero. Abbiamo lavorato tutta la settimana in funzione del gioco che Milano propone. Chiedo a tutta la squadra una comune attitudine, votata ad una forte decisione nell’impatto».

Non potranno essere del match gli infortunati Armanasco, Florio, Lepre, Lupatini, Mariani, Pasotti, Seye, Zaffino e gli indisponibili Gandolfi e Gennari.

Questa la probabile formazione che affronterà il Rugby Milano: Aru, Secchi Villa, Azzini, Casini, Mokom, Cosio, Gazzoli, Bellandi, Scanferla (Cap), Berardi, Daniel, Nicoli, Trevisani, Hliwa, Piovani.

A disposizione: Cantoni, Franzoni, Rossetti, Boschetti, Franceschini, Bandera, Morandi.