Contro il VII Rugby Torino I Centurioni #A centrano il bonus mete

L’Head Coach Geddo: «Dobbiamo continuare a guardare l’aspetto positivo. In questo momento siamo in profonda difficoltà, ma la squadra sta dando tutto, senza risparmiarsi»

I Centurioni escono sconfitti nella battaglia in trasferta contro il VII Rugby Torino, ma conquistano un punto grazie alle quattro mete messe a segno grazie ad una straordinaria determinazione, nonostante la condizione di incredibile emergenza infortuni per gli uomini di Geddo. Al termine degli 80 minuti di battaglia, i 15 di casa centra un successo per 52-26. L’ultima tegola di giornata per i rossoblù ancor prima del fischio d’inizio. Nel riscaldamento sul sintetico del campo piemontese, Gelmini – originariamente designato titolare con la maglia numero 15 – ha accusato un forte problema muscolare che sarà valutato nei prossimi giorni. In classifica, gli uomini di Geddo restano sul fondo, ma si accorciano le distanze su Alghero, penultima (sconfitta a Recco per 38-17) a +3, e sul CUS Genova (battuto dall’Accademia Nazionale Francescato per 50-0) a +4.

La cronaca
Sotto una pioggia incessante e sul secondo campo torinese (indisponibile il principale a causa del terreno provato dall’abbondante acqua caduta negli scorsi giorni), per I Centurioni l’incontro si apre in salita. Piovani e Hliwa non riescono a tenere e, già dopo i primi minuti, sono costretti a lasciare il campo lasciando il posto, rispettivamente, a Franzoni e al giovane Cantoni. La trama annunciata alla vigilia da coach Geddo si materializza ben presto. Gli avanti dei padroni di casa fanno la voce grossa e al decimo giro di lancetta vanno in meta con il tallonatore Perini. L’apertura – e allenatore – Nathan trova l’acca per il 7-0 temporaneo. Quattro minuti dopo sono ancora i padroni di casa ad andare in meta, questa volta con il numero 8 Taylor per il 12-0. I Centurioni reagiscono sul cambio di fronte. Da una touche sui 22 metri, è ottimo il drive comandato da capitan Scanferla che termina oltre la linea di meta per il 12-5. Sulla ripresa, il pilone Gennari viene punito con un cartellino giallo e la situazione si complica ulteriormente per gli uomini di Geddo. La sofferenza in mischia è schiacciante e il risultato è la meta tecnica in favore del Settimo Torinese assegnata dall’arbitro Meschini al 20’. Ma non è ancora finita. Taylor schiaccia l’ovale oltre la linea bresciana alla mezz’ora e centra la meta del bonus, capitalizzando un drive possente. Nella seconda salita in territorio piemontese e nel secondo reale possesso dell’ovale della prima frazione, I Centurioni trovano la seconda meta. Questa volta, l’arbitro punisce il Settimo Torinese per un comportamento falloso a ridosso della propria linea di meta ed assegna la seconda meta tecnica di giornata in favore dei rossoblù. Il risultato si muove pertanto sul 27-12 per i padroni di casa. Nella ripresa, altra tegola. Gennari accusa un risentimento muscolare e non può essere sostituito a causa della messa a referto di 22 giocatori, come coda lunga della lista sempre più popolosa di infortunati nel reparto. Si termina pertanto in inferiorità numerica. Settimo continua nel proprio gioco incentrato su mischie e drive e i frutti giungono all’8’ della ripresa, con il tallonatore Perini che va in meta per il 33-12. Ma I Centurioni non mollano: hanno messo nel mirino il punto di bonus e, senza alzare la testa, si buttano all’attacco fino al triplice fischio. Il primo passo di avvicinamento lo compie il mediano di mischia Gazzoli che capitalizza con un guizzo personale l’avanzata ordinata dei rossoblù. Aru coglie i pali per il 33-19 del 16’. La foga e la sofferenza portano gli uomini di Geddo ad eccedere con i falli e il risultato è un doppio cartellino giallo mostrato al 21’ a Cantoni e, quattro minuti dopo, ad Aru. In 12, i valtrumplini incassano tre mete in sequenza, ma non perdono d’occhio l’obiettivo. Al 37’, infatti, è Azzini che si infiltra tra le maglie avversarie, capitalizzando un buon avanzamento di Casini. Lo stesso giocatore mantovano trasforma per il 52-26 che vale la lunghezza di bonus. Negli ultimi istanti Settimo Torinese vede l’arbitro sanzionare con la massima punizione il tallonatore Artale. I padroni di casa cercano di sfondare ancora, ma I Centurioni difendono fino all’ultimo e cercando ancora di andare a punti. I giochi sono però fatti: stremati i rossoblù si stringono in cerchio e ripartono proprio dalla lunghezza messa in cassaforte.

 


Il commento dell’Head Coach Geddo
«Dobbiamo necessariamente guardare gli aspetti positivi di quanto fatto. La quarta meta cercata e voluta fino all’ultimo minuto è sintomo di una squadra che fa della determinazione e della tenacia i propri punti i forza. È evidente che la nostra, oggi, sia una condizione incredibilmente complessa e che sia stato un incontro molto difficile. Abbiamo cercato di porre qualche rimedio nella difesa da drive, ma siamo tutti consapevoli che non bastino di certo due allenamenti per fornire strumenti efficaci contro avversari con competenze così specifiche. Settimo fa proprio di mischie e drive le leve su cui costruisce i propri successi e noi, in questo momento, non possiamo fare altro che assecondare uno dei principi di questo sport che vede nella forza degli avanti nelle fasi di conquista un elemento di rilievo primario. Cedere lì significa perdere la contesa finale. Abbiamo in questo momento una cilindrata inferiore in questo reparto, ma la squadra deve partire proprio dalla voglia e dalla determinazione dimostrata: un aspetto che sommiamo all’inizio della partita contro Milano e al secondo tempo contro Biella. Da un punto di vista tecnico, però, dobbiamo rimproverarci pesantemente l’eccessiva indisciplina: contro avversari di questa caratura non possiamo concedere ulteriori chance di andare a punti. Contiamo, infine, ulteriori infortuni. Da valutare infatti le condizioni di Gelmini e di Cantoni, quest’ultimo con un problema alla mano che dovrà essere valutato».


Tabellino marcatori
Settimo Torinese (TO), Campo Comunale Rugby n°2 – Domenica 1° dicembre 2019
SERIE A Girone 1, 6° giornata
TK GROUP VII RUGBY TORINO – I CENTURIONI RUGBY  52 – 26 (5-1)


TK GROUP VII RUGBY TORINO
: Dho; Constantinescu (25’st Cremonini), Arrigo, De Razza, Manga; Nathan (18’st Martinucci), Monticone (1’st Lo Greco C.); Taylor, Marchi (23’st Ciraulo), Nepote, Lo Greco S., Tveraga (23’st Migliori); Cavallero (18’st Angotti), Perini (12’st Artale), Montaldo Lo Greco (10’st Capoccia).
Allenatore: Mauro Monfrino.

I CENTURIONI RUGBY: Bandera; Secchi Villa, Franceschini (2’st Azzini), Savardi (2’st Casini), Giori; Aru, Gazzoli; Scanferla (6’st Gandolfi), Berardi, Boschetti (1’st Bertussi), Daniel (11’st Bellandi), Pasotti; Gennari (1’st non sostituito), Hliwa (5’pt Cantoni), Piovani (6’pt Franzoni).
Allenatore: Alessandro Geddo

Arbitro: Francesco Meschini (Milano) 
AA1: Ciaiolo (Torino); AA2 Barrafranca (Tortona)

Calciatori
: Nathan (TK Group VII Rugby Torino) 6/7; Aru (I Centurioni Rugby) 1/2; Azzini (I Centurioni Rugby) 1/1.

Note
: 17’pt cg Gennari (I Centurioni Rugby); 37’pt cg Taylor (TK Group VII Rugby Torino); 21’st cg Cantoni (I Centurioni Rugby); 25’st cg Aru (I Centurioni Rugby); 35’cr Artale (TK Group VII Rugby Torino).

Punti conquistati in classifica: TK Group VII Rugby Torino 5; I Centurioni Rugby 1.

Marcatori: p.t. 10’m Perini tr Nathan (7-0); 14’m Taylor (12-0); 17’m Scanferla (12-5); 20’meta tecnica VII Rugby Torino (19-5); 29’m Taylor tr Nathan (26-5); 37’meta tecnica I Centurioni Rugby (26-12).
s.t. 8’m Perini tr Nathan (33-12); 16’m Gazzoli tr Aru (33-19); 22’m Marchi (38-19); 27’m Taylor tr Nathan (45-19); 32’m Dho tr Nathan (52-19); 37’m Azzini tr Azzini (52-26).