Seniores #C: il derby va a Rovato, ma la vittoria è stata davvero ad un soffio!

Coach Gobbi: «Ottimi 40 minuti, ma abbiamo pagato caro le nostre ingeniutà»

Per I Centurioni guidati dal tandem di tecnici composto da Ivan Zanchigiani e Fiorenzo Gobbi il derby in trasferta sul campo del Rugby Rovato si è chiuso con una sconfitta per 14-7, e tanto rammarico.

Un vero peccato, infatti, non essere riusciti ad andare oltre alla lunghezza di bonus difensivo conquistata vista la trama del match, nella quale sono state cinque le chiarissime occasioni di andare in meta per Rocco & co, sfumate negli ultimi cinque metri. In particolare la prima frazione ha evidenziato il predominio territoriale e del possesso palla degli ospiti, puniti all’unico reale attacco dei padroni di casa. 

Per il 15 rossoblu, sono scesi in campo dal primo minuto: Rocco, Pintossi, Giori, Dacosi L., Regina, Tononi, Bertini, Bettinsoli, Attianese, Boschetti, Rinaldi, Brunelli, Pasqua, Dacosi M., Pasini.
In panchina: Hasnabi, Saleri, Papetti, Mutti, Aliprandi, Cavagna, Ricchini

Come detto, il primo tempo è quasi un assolo  de I Centurioni, ma è Rovato, dopo un calcio sbagliato al 5’ dall’apertura Bianchi, ad andare in vantaggio all’8’ con Volpini. Gli ospiti aggrediscono e gestiscono il gioco per tutta la frazione, ma non riescono a ricucire lo svantaggio. Nella ripresa, l’andamento tra le due forze in campo è più equilibrato e Rovato ne approfitta allungando al 5’ e all’8’ da calcio piazzato, portando il parziale sull’11-0. La sveglia rossoblù suona nuovamente al 23’. Prima Tononi manca di poco l’acca dalla piazzola, poi, quattro minuti dopo, Giori schiaccia la prima e unica meta del match al termine di un’ottima azione personale. Tononi è preciso nella trasformazione per l’11-7. Sul finire di tempo si alza la tensione tra le due squadre e se ne avvantaggia ulteriormente Rovato che al 34’ coglie gli ultimi tre punti per il 14-7 finale.

«Abbiamo interpretato una bella partita e per 40 minuti abbiamo sempre attaccato – descrive il tecnico Gobbi -, purtroppo però nell’unico possesso i padroni di casa sono andati a bersaglio. Siamo soddisfatti per la manovra corale messa in campo dalla squadra e per i miglioramenti evidenziati. Costante l’attitudine positiva e la grinta, peccato solamente il prezzo molto caro che paghiamo per le nostre ingenuità. Due o tre calci di troppo concessi agli avversari hanno condizionato l’esito finale del match. Dobbiamo lavorare per mettere a posto la mischia chiusa, che ha comunque lottato per tutto il match. La nostra strada è appena iniziata: siamo sicuri che i risultati arriveranno».