Seniores #A, al via il girone di ritorno con la trasferta contro il Rugby Parabiago

L’Head Coach Geddo: «Parabiago è avversario solido e quadrato. Mischie e drive tornano ad essere al centro»

I Centurioni Rugby apriranno domenica 19 gennaio, con kick off alle 14,30, il loro girone di ritorno. E lo faranno con una trasferta sul campo del Rugby Parabiago, settima forza nella classifica del girone con 20 lunghezze all’attivo, a -3 dal Rugby Milano. Per il 15 rossoblù sono ancora due i punti all’attivo che valgono l’ultima piazza. Invariata la distanza dal CUS Genova, a +4. Salito, invece, a 10 il bottino dell’Amatori Alghero dopo lo scivolone del 15 di Geddo incassato in Sardegna per 20-5.

All’andata, nell’esordio stagionale del 20 ottobre al MAW Stadium, Parabiago ebbe la meglio con lo score di 33-15. I Centurioni dimostrarono una buona attitudine nella prima frazione, chiusasi con il minimo vantaggio. Nella seconda, però, i primi otto uomini ospiti ebbero la meglio. «I nostri prossimi avversari, così come quasi tutte le formazioni leader di questo girone, hanno nelle mischie ordinate e nei drive i loro punti di forza – commenta l’Head Coach Alessandro Geddo -. Aspetti che, sommati all’esperienza, consentirono a Parabiago di intercettare i nostri movimenti e alcune scelte nelle fasi di conquista, costruendo così il loro successo negli ultimi quaranta minuti».

Secondo il tecnico milanese, «Parabiago è una squadra molto solida e quadrata che può fare affidamento su un pack pesante e competente. Inoltre fa perno su un utilizzo del drive concreto ed efficace e utilizza questa arma in aree diverse del campo, non solo nei 22 metri avversari. La nostra risposta dovrà pertanto essere rappresentata da una difesa attenta e alla linea dei trequarti, vista anche la propensione alle frequenti ripartenze del loro numero 8, è richiesta fisicità e attenzione massima. Dovremo, inoltre, fornire risposte adeguate nelle fasi di conquista e gli avanti rientranti da infortunio (Florio, Hliwa e Trevisani ndr), con il loro minutaggio in aumento rispetto alla scorsa uscita, daranno ancora maggiore concretezza a questi aspetti del gioco. Sarà pertanto fondamentale lavorare per avere un possesso sicuro dei nostri palloni e, al contempo, essere competitivi su quelli degli avversari. In fase offensiva intendiamo mettere a frutto l’importante lavoro che abbiamo svolto per ottimizzare i palloni di recupero da calcio o da transizione, puntando sulla nostra velocità per metterla al servizio del nostro attacco».

La settimana che si è chiusa con l’allenamento di questa sera secondo l’Head Coach è stata positiva nonostante la prestazione negativa mostrata ad Alghero.
«L’analisi del KO dell’ultimo turno ha portato a galla due ragioni fondamentali sulle quali abbiamo messo l’attenzione nelle riunioni e negli allenamenti – continua il tecnico -. Abbiamo mostrato un’attitudine inadatta nei momenti cruciali del match. Inoltre, il mancato rispetto del regolamento ci ha portato a subire punti che sono risultati la base del successo ospite. Per questo motivo, in settimana abbiamo lavorato alla presenza di un arbitro, mettendoci pertanto direttamente alla prova nel miglioramento della rigore e della disciplina».

Purtroppo il match contro Alghero e i giorni successivi hanno restituito una lista di infortunati che è andata ad allungarsi ulteriormente. Per il pilone Seye, infortunato in allenamento lo scorso mercoledì, lo stop necessario potrebbe andare oltre il termine della regular season. Il vicecapitano Berardi ha registrato in Sardegna la rottura del legamento collaterale del ginocchio destro, come sin da subito temuto dallo staff medico presente. Sempre nel corso del match, Mariani ha accusato la frattura ad una mano, così come un brutto colpo subito terrà fuori dal match il trequarti Zaboni. A questi, si sommano le assenze di Cosio, Morandi, oltre ai lungodegenti Armanasco, Cantoni e Lepre. A causa di un affaticamento muscolare, infine, Stefano Scanferla osserverà un turno di riposo. Capitano di giornata sarà Tommaso Nicoli.

Questa la probabile formazione che affronterà il Rugby Parabiago: Bandera, Secchi Villa, Savardi, Azzini, Tononi, Aru, Gazzoli, Gandolfi, Nicoli, Bertussi, Pasotti, Daniel, Trevisani, Hliwa, Franzoni.
A disposizione: Florio, Piovani, Aloè, Cilo, Boschetti, Gelmini, Franceschini.

Arbitra l’incontro il signor Filippo Russo (TV).

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp