I Centurioni U18 colgono due punti sul campo del Fiumicello

L’Head Coach Ceretti: «Ottimo primo tempo, nonostante la formazione inedita. Peccato per il possesso della seconda frazione»

I Centurioni U18 guidati da Pierangelo Ceretti coadiuvato da Nicola Letinic interrompono la loro corsa sui padroni di casa del Fiumicello sul 29-25 e guadagnano così due lunghezze di bonus in classifica.
Una prestazione dai due volti ha, infatti, impedito a Brunelli e compagni di raccogliere la piena soddisfazione di una prima frazione giocata al meglio nonostante la formazione inedita a causa degli infortuni. Una lista che si è aggravata proprio nel corso del match. Per il subentrato Capretti, infatti, si è registrato un serio problema alla spalla. A lui vanno i nostri più sentiti auguri di una pronta guarigione.

Questo il 15 scelto dal tecnico per affrontare il derby in trasferta: Ferremi, Cometti, Marra, Pini, Maiolo, Cavagna, Ricchini M., Brunelli, Cedoni, Zanetti, Cela, Dridi, Dobja, Ricchini L., Tacconi.
A disposizione: Gamba, Pasqua, Melzani, Capretti.

Il match si apre con la firma dei padroni di casa che, al 5’, vanno in meta. La trasformazione è precisa e il parziale mostra il vantaggio del Fiumicello per 7-0. La risposta de I Centurioni giunge tre minuti dopo. Mattia Ricchini trasforma con precisione un calcio di punizione che accorcia le distanze. Ma Fiumicello mette nuovamente la freccia e, con la seconda meta, scappa sul 12-3. La sveglia rossoblù suona al 21’. Il pilone Dobja trova un varco tra le maglie avversarie. La rimonta è compiuta otto minuti dopo grazie alla segnatura di Zanelli che porta il tabellone sul 12-13 ospite. I Centurioni sono nel loro momento migliore, come dimostrato dalla meta di Luca Ricchini al 34’ che manda al riposo le squadre sul vantaggio valtrumplino di 22-13. Al rientro in campo Fiumicello approfitta del calo di tensione rossoblù. All’8’ sale sul 15-20 grazie ad un calcio di punizione andato a segno seguito, al 13’, da una meta che porta i padroni di casa nuovamente in vantaggio per 22-20. L’ultimo sigillo rossoblù è ancora di Luca Ricchini, per la meta del 17’ che porta il punteggio sul 25-22 per I Centurioni. Ma Fiumicello fa il suo dovere e due minuti dopo trova la segnatura che consegna la vittoria finale con bonus.

Questo il commento dell’Head Coach Ceretti: «Abbiamo disputato una partita su un campo difficile sia per il terreno che per la capacità degli avversari di giocare tra le mura di casa. Tuttavia devo ravvisare nuovamente errori individuali che hanno regalato punti agli avversari e che, in partite tese come queste, compromettono le vittorie. Abbiamo disputato un ottimo primo tempo. Dal 15’ in poi siamo stati dominanti nel possesso e nel guadagno territoriale. Nonostante una formazione sperimentale, alla luce degli infortuni e dei malanni stagionali, siamo soddisfatti di come i ragazzi di sono adattati e, soprattutto, della prima meta di Elia Zanetti, arrivato tra noi solo da qualche settimana. Il secondo tempo è stato di tutt’altra stoffa. Non abbiamo più avuto possesso palla a causa delle troppe penalità ravvisate dall’arbitro e, di conseguenza, il guadagno territoriale è stato inesistente. Tuttavia, a circa cinque minuti dal termine, nonostante fossimo in vantaggio, una palla vagante da calcio d’inizio è finita nelle mani avversarie che hanno dovuto solo schiacciare in meta per superarci nel punteggio e chiudere la prova in proprio favore. Peccato per la sconfitta perché la prestazione è stata discreta».

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp