Seniores #C: I Centurioni cedono al Desenzano. Vittoria ospite per 23-15

Coach Gobbi: «Buon primo tempo. Peccato esserci spenti nella seconda frazione»

I Centurioni inaugurano l’accesso al girone 2 Passaggio con una sconfitta di misura, in casa, contro il Rugby Desenzano.

A pochi giorni di distanza dal precedente match contro la formazione gardesana – terminato con il successo rossoblù – Rocco e compagni non riescono a bissare la vittoria, ma cedono agli avversari con lo score di 23-15.

Questo il 15 sceso in campo dal primo minuto: Rocco; Savardi, Dacosi L., Giori, Pintossi; Gelmini, Lupatini; Rossi, Dacosi M., Boschetti, Pasqua, Cropelli; Hasnabi, Guerini, Qyra.
A disposizione: Pasini, Mutti, Attianese, Zubani, Morandi, Raccagni.

Sono gli ospiti a muovere per primi il tabellino. Al 3′, infatti, portano sul 5-0 lo score grazie alla segnatura del pilone Zordan. Cinque minuti dopo Gelmini accorcia le distanze, centrando i pali da calcio di punizione. I rossoblù continuano il pressing fino al sorpasso del 14′, conquistato grazie alla meta di punizione assegnata dall’arbitro. Sul 10-5 per Rocco & co Desenzano rialza la testa segnando con la seconda linea Saottini la seconda meta del pomeriggio. I Centurioni non ci stanno e allungano nuovamente, al 35′, con Giori per il 15-10, ma negli ultimi minuti della frazione è ancora la prima linea Zordan a varcare la linea di meta avversaria per il 15-15 con cui si va al riposo. Nella ripresa, invece, il palcoscenico si svuota e rimane sulla scena solo Desenzano che al 21′ centra la meta del bonus. Sette minuti dopo l’estremo Astolfi trova l’acca da calcio di punizione che chiude la contesa sul 15-23 ospite.

«Abbiamo messo in campo un ottimo primo tempo, giocando con competenza e reggendo positivamente in mischia – commenta il tecnico Fiorenzo Gobbi –, purtroppo però ci siamo spenti nel secondo tempo. Non siamo riusciti a garantire la continuità necessaria per chiudere i conti in nostro favore che, fino al termine dei primi 40 minuti, ci vedeva in perfetta parità per 15-15. Non abbiamo messo in campo l’intensità che ci ha consentito di raggiungere i buonissimi risultati della prima fase stagionale, ci è mancata la voglia di vincere che ci ha contraddistinto. Purtroppo nelle settimane precedenti ci sono state molte assenze che non ci hanno consentito di allenarci al meglio e credo che il risultato del match sia stato lo scotto che abbiamo dovuto pagare. Avremmo certamente potuto vincere, ma più di così in questo incontro non siamo riusciti a dare. Ora ci prepariamo al meglio per affrontare il prossimo impegno, in trasferta, contro Rovato».