U18, ancora un’ottima prestazione e un successo con bonus. A Orio, vittoria per 34-5

Head Coach Ceretti: «Nonostante l’emergenza infortuni, tra le migliori prestazioni di questa stagione»

I Centurioni U18 conquistano con autorevolezza il secondo successo consecutivo con bonus piegando in trasferta i padroni di casa del Rugby Orio per 34-5.

La formazione guidata dall’Head Coach Pierangelo Ceretti coadiuvato da Nicola Letinic ha condotto con decisione il match per l’intera durata del tempo, sopperendo con competenza alla formazione ridotta all’osso a causa di infortuni e malanni stagionali.

Questo il 15 sceso in campo al fischio d’inizio: Ferremi; Cavagna, Gamba, Marra, Bugatti; Pini, Ricchini M.; Brunelli, Cela, Melzani, Pasqua, Dridi; Zanelli, Ricchini L., Dobja.
A disposizione: Tacconi

I Centurioni fanno la voce grossa sin dal fischio d’inizio. Al 10’ Melzani apre le marcature con Ferremi che, preciso dalla piazzola, porta il parziale sul 7-0. Altri dieci minuti e giunge la seconda meta valtrumplina con Marra. Ferremi trasforma e, poco prima del termine della frazione, coglie i pali da calcio di punizione. Allo scadere dei primi 35 minuti Orio varca la linea di meta avversaria, mandando le due squadre al riposo sul vantaggio ospite di 17-5. La ripresa è un assolo rossoblù. Al primo giro di lancetta Marra trova la sua doppietta personale. Ferremi conferma la sua ottima domenica al piede e arrotonda il vantaggio, prima di andare lui stesso in meta al 21’. Entro il termine del tempo, oltre a centrare i pali nella trasformazione, è preciso nel calcio di punizione con cui si chiude la contesa sul 34-5 in favore dei Centurioni.

Grande soddisfazione viene espressa dall’Head Coach Ceretti: «La squadra ha disputato una delle proprie partite migliori di questa stagione su un campo difficile soprattutto a causa delle dimensioni e l’ha affrontata in un momento di emergenza infortuni e malanni stagionali. Infatti, i soli sedici giocatori a referto e alcuni stravolgimenti di ruolo non hanno impedito di mettere a segno una prestazione ottima: abbiamo lavorato con molta intensità nei punti d’incontro sia in attacco che in difesa togliendo il respiro agli avversari. Abbiamo aspettato i momenti giusti per finire le azioni sfruttando bene lo spazio creato. Ci sono state annullate due segnature in area di meta, sommate ad altre due annullate da altrettanti passaggi in avanti. Chiaro, pertanto, che il punteggio avrebbe potuto essere ancor più ampio. L’Orio si trovava davanti a noi in classifica, pertanto abbiamo compiuto un bel passo avanti».

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp