Serie A

Roberto Marchiori
sarà il nuovo coach dei Centurioni

Contratto biennale per il tecnico argentino, che prende il posto di Ivano Bonacina (attuale allenatore e futuro direttore sportivo in rossoblù). L’avventura per Marchiori partirà a giugno.
Simone Ragusi è stato riconfermato secondo allenatore della seniores

VILLA CARCINA – Il nuovo allenatore di Promotica Centurioni – a partire da giugno 2022 – sarà Roberto Marchiori. Contratto biennale con possibilità di rinnovo per il tecnico argentino che sostituirà Ivano Bonacina – attuale coach e futuro direttore sportivo dei rossoblù – alla guida della formazione seniores di serie A

Cinquantuno anni ad aprile, nato a Mendoza (Argentina) e una lunghissima carriera, prima da giocatore e poi da allenatore, di rugby. L’avventura per Roberto Marchiori inizia proprio con la squadra di casa, i Los Tordos Rugby Club di Mendoza – uno dei più importanti club argentini – ancora da bambino, a otto anni. Proprio con i Los Tordos chiude la carriera, nel 2011. Nel mezzo una carriera con le valigie in mano, con presenze in Italia – Overmach Rugby Parma, Rugby Reggio, Livorno, Mogliano, Parabiago, Asti – dopo aver giocato, in Argentina, nella Selezione Seniores Union Rugby De Cuyo e in Nazionale, nel ruolo principalmente di seconda linea.

L’avventura da allenatore inizia da Cus Torino, nell’anno della promozione in A, per poi passare al Settimo Torino (serie A) l’anno successivo. Quindi nel 2018 e fino al 2021 Marchiori è direttore tecnico dell’Ivrea. Infine l’arrivo a Biella come head coach dell’u19, prima dell’arrivo (a giugno 2022) in casa dei Centurioni.

«Sono molto contento ed entusiasta di iniziare questa nuova avventura con I Centurioni – commenta Roberto Marchiori -. Mi sono fin da subito trovato bene con Ivano, un grandissimo conoscitore di rugby e un amico con il quale condivido gran parte della filosofia di gioco, e con il General Manager Luca Raza, una persona molto entusiasta e carica. Il progetto e l’intera struttura mi hanno sorpreso. C’è tanto lavoro ma sono molto motivato. La sensazione è stata quella di interfacciarmi con una società molto seria ed attenta. E il progetto di crescita del club è stato portato avanti fin qui con grande professionalità. Ho visto già giocare la prima squadra e ho notato giocatori molto interessanti. Il settore giovanile è molto attivo.  Non è facile trovare in serie A uno stadio così e una attenzione ai particolari tale. Il progetto è molto ambizioso, partendo dalle basi e arrivando fino alla prima squadra. Con la seniores c’è la possibilità di fare bene in A. Da giugno sono a disposizione, la mia avventura in rossoblù parte ufficialmente da lì».

Il general manager dei Centurioni, Luca Raza: «La scelta è ricaduta su Roberto Marchiori, convinti dalla sua grande conoscenza del rugby. Lavorerà in profondità in coordinamento con Ivano Bonacina e con lo staff. L’obiettivo è creare un gruppo di tecnici che lavori al progetto di sviluppo sportivo dell’intero club per i prossimi due anni. Marchiori ha un’ottima conoscenza del gioco del rugby e rappresenta quel valore aggiunto ad un percorso che stiamo portando avanti da molto tempo. Siamo contenti di avere con noi un tecnico di ottimo livello, dotato di un bagaglio rugbystico molto importante. La scelta del nuovo allenatore è avvenuta in accordo con Ivano Bonacina. La scelta è ricaduta proprio su Roberto. Siamo molto contenti e carichi, convinti che si possa fare sempre meglio

Siamo contenti che anche Simone Ragusi continuerà con i Centurioni nel ruolo di secondo allenatore. Sono molto felice di proseguire il rapporto con Simone che quest’anno ha dato un importante supporto al nostro percorso»

Ivano Bonacina, attuale Coach di Promotica Centurioni e futuro direttore sportivo del club rossoblù: «Con Marchiori ci conosciamo da anni, condividiamo la stessa passione e la stessa vision del mondo del rugby, uno sport che conosciamo entrambi profondamente. Prenderà il mio posto sulla panchina della prima squadra e io lo affiancherò nel ruolo di direttore sportivo, nel segno della continuità di un progetto articolato e ambizioso. E’ un uomo da club. Importante per lui sarà tornare a testare il campionato di A».