Un “Aussie” di caratura internazionale per I Centurioni
Rory Suttor è il nuovo innesto per il pack rossoblù

Il Gm Luca Raza «Cercavamo un giocatore che potesse alzare ulteriormente il livello del nostro pack, ne abbiamo trovato uno dal palmares importante, molto forte e duttile»

VILLA CARCINA – Fuochi d’artificio per le fasi finali di mercato dei Centurioni. Il club guidato dal presidente Ottorino Bugatti ha annunciato l’ingaggio di Rory Suttor, ennesimo, innesto di livello a rinforzo del pack della formazione Seniores rossoblù.
Nato il 23 giugno 1998 a Bathurst, Australia – 108 kg per 190 cm – Rory Suttor può giocare come 6, 7, o 8 all’interno della mischia. Al suo attivo vanta caps nella nazionale Under 20 australiana e ha militato nei Warringah Rats e nell’NSW country eagles in Australia e nel Munster in Irlanda.

«Cercavamo un giocatore che potesse alzare ulteriormente il livello del nostro pack – dichiara il Gm Luca Raza -, abbiamo trovato un giocatore che può giocare in più ruoli, sia in terza che in seconda linea. E questo è fondamentale per il tipo di gioco che i nostri tecnici vogliono impostare . Siamo andati alla ricerca di un atleta forte e duttile, queste caratteristiche le abbiamo ritrovate in Rory.  Un giocatore che ha già un palmares importante. E’ un giovane dirompente ed esplosivo soprattutto in fase di attacco, sa muoversi bene nello spazio. E’ anche solidissimo in difesa. Non a caso ha giocato in squadre importanti in Australia. Ha giocato e si è formato in Irlanda. Il suo passaporto è Irlandese

Stiamo costruendo una rosa che permetta ai nostri allenatori di fare un campionato di livello. Questo era uno degli obiettivi della società in funzione del progetto globale di rilancio dell’intero club, dal settore giovanile, a quello femminile, alle seniores, passando per la costruzione dello stadio, che ha trovato conclusione con la recente apertura del ristorante Drop 64”.

Le prime parole di Rory Suttor in maglia rossoblù: “Sono molto entusiasta di giocare per i Centurioni – dice il giocatore australiano – . Ci si allena e si gioca in una bellissima zona con persone molto simpatiche. Non vedo l’ora di imparare e approcciarmi alla lingua e alla cultura italiana”.