Una stagione da Centurioni


Presentato il progetto sportivo 2022/2023

Dalle under alla seniores, l’intero club è stato salutato dai tifosi e dalle autorità al Maw Stadium agghindato a festa.

VILLA CARCINA – Stagione al via per i Centurioni, salutati oggi da tifosi, appassionati e autorità intervenuti alla presentazione ufficiale della stagione sportiva 2022/2023, al Maw di Villa Carcina, lo stadio della compagine rossoblù.

A fare gli onori di casa e ad aprire l’evento – che ha rappresentato l’occasione per illustrare i progetti di crescita e sviluppo dell’intero club – il presidente più longevo del rugby italiano, Ottorino Bugatti, che ha dichiarato: «Un saluto a tutti e da parte mia l’augurio che questa stagione possa essere vissuta appieno, in continuità, e non a tratti, come invece avvenuto nelle scorse edizioni a causa del Covid.   Quello che importa è che si possa giocare a rugby, che si possa tornare alle condizioni di pre-pandemia, affinché i ragazzi ed in particolare mi riferisco ai più giovani, reduci da anni di reclusione in casa, possano tornare a praticare lo sport che amano in libertà e in piena sicurezza

Il nostro club ha operato proprio in questa prospettiva, incrementando e migliorando sia qualitativamente che qualitativamente la proposta, per consentire a tutti di praticare rugby. Tecnici, preparatori, e un’offerta che abbraccia tutte le fasce di età è stata predisposta per permettere ai ragazzi di divertirsi e ai genitori di poter affidare i propri figli in completa serenità. Le nostre strutture e il nostro staff sono in grado di rispondere a tutte le esigenze dei tesserati, che sono in continuo aumento. L’attenzione ai giovani da parte dei Centurioni è centrale. Qui i ragazzi devono poter crescere in serenità imparando  gli aspetti positivi dello sport. Questo è l’aspetto che ci sta più a cuore»

Presente all’evento, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, Stefano Colosio, Assessore allo Sport di Villa Carcina, che ha dichiarato: «Sta per iniziare una nuova stagione agonistica ed è momento di bilanci. Sicuramente possiamo dire che lo scorso anno è stato un anno emozionante, sia dal punto di vista agonistico, che per il grande lavoro svolto dal club dei Centurioni. Come amministrazione non possiamo che essere riconoscenti e molto contenti. Oltre agli obiettivi sportivi raggiunti, i Centurioni hanno lavorato alla realizzazione di molti progetti legati alle attività con le scuole, con persone disabili e anche con persone in difficoltà. Questa è la dimostrazione che il progetto sportivo dei Centurioni è molto più ampio della sola attività agonistica. A nome dell’amministrazione ringrazio il presidente Ottorino Bugatti , tutto il suo consiglio e tutto lo staff che permettono il raggiungimento di questi grandi risultati. Colgo l’occasione per fare  un grosso in bocca al lupo anche per la stagione che sta iniziando».

Il General Manager dei Centurioni, Luca Raza, ha presentato così l’intero progetto di rilancio del club e del movimento rugbystico locale: «L’evoluzione dei Centurioni è partita 8 anni fa ed è in pieno sviluppo. Il club in questi anni è infatti cresciuto tanto ed è in grado di vantare tutte le categorie, a partire dall’Under 5. Fondamentale in questo processo di crescita è la collaborazione con il territorio, con le associazioni, le scuole, le Amministrazioni locali,  i club della nostra provincia. Abbiamo a tal proposito avviato il Polo Federale, un progetto innovativo che consente una cooperazione tra squadre, usufruendo di strutture all’avanguardia e di tecnici selezionati al fine di far crescere la classe rugbystica del futuro e di formare giovani ragazzi alla vita sportiva e non solo. In pieno sviluppo è anche il progetto sport e disabilità. Lo sviluppo parte dalle radici. Ecco quindi che di fondamentale importanza sono il progetto baby centurioni, i camp e il progetto scuole che vogliono portare lo sport ed in particolare la palla ovale, all’interno degli istituti e a contatto con i bambini. Quest’anno ripartiamo a pieno regime, rispetto alla scorsa stagione, che era proceduta ad intermittenza a causa del covid. Il nostro club sta crescendo dal punto di vista tecnico. Abbiamo 40 tecnici all’attivo e ci appoggiamo a strutture esterne che collaborano con noi. Ringrazio tutti, a partire dal nostro direttore sportivo, Ivano Bonacina, a Marco Ghidini, nostro responsabile dell’attività sportiva, e gli sponsor.
Per quanto riguarda gli obiettivi della nostra seniores, puntiamo certamente a migliorare rispetto allo scorso anno. Abbiamo una formazione giovane, nata dallo zoccolo duro della stagione passata, alla quale sono stati integrati giovani di prospettiva e di giocatori esperti e di grande qualità, come Pratichetti, che si è unito recentemente al gruppo e che sicuramente darà il suo contributo alla causa. Fondamentale in questo processo di evoluzione è la nostra formazione cadetta che rappresenta la fase di passaggio dalle U19 alla nostra seniores»

I giovani e giovanissimi sono il fulcro di un movimento che per i Centurioni deve partire dalle basi, come ricorda Ivano Bonacina, direttore sportivo del club rossoblù: «Stiamo investendo molte energie nella diffusione del rugby nella valle e nel nostro territorio. E’ importantissimo coinvolgere quanti più ragazzi possibile. Stiamo lavorando per incrementare le nostre juniores, in particolare le U15, 17 e 19. Stiamo ottenendo ottimi feedback dai nostri progetti, a partire dalla collaborazione con 10 istituti scolastici del territorio. Coi baby centurioni possiamo portare il rugby e lo sport all’interno delle scuole materne. Stiamo formando  inoltre tanti giocatori di prima squadra, al fine di trasformarli di educatori per bambini. Saranno proprio loro a rappresentare il filo diretto tra baby Centurioni, settore propaganda e prima squadra»

Spazio poi alla presentazione di Promotica Centurioni, la formazione seniores, rafforzatasi quest’anno con innesti di caratura –  domani all’esordio nella difficile trasferta in casa del Parabiago (calcio di inizio alle 15.30) -. Il coach di Promotica Centurioni, Roberto Marchiori: «Stiamo costruendo una squadra competitiva, nata dalle basi di quella della scorsa stagione. Abbiamo integrato la rosa con elementi di esperienza, che potranno dare moltissimo alla squadra, e al contempo abbiamo inserito giovani di grande prospettiva. La squadra si sta amalgamando ma è un processo delicato che richiede tempo. Abbiamo chiaramente ancora molto da lavorare. Ogni allenamento e ogni partita dovranno rappresentare un punto di partenza nuovo. Il nostro sarà un gioco aggressivo con gli avanti e molto dinamico. Abbiamo una rosa dotata delle qualità necessarie per impostare questo tipo di gioco che vuole esser molto intuitivo e rapido. Domani ci aspetta una sfida molto delicata. Il Parabiago è una squadra che si è rinforzata molto bene. Non ha variato molto il gioco rispetto all’anno scorso. Siamo certi che sarà una sfida molto dura e sarà una delle partite più importanti del campionato. Sono molto fiducioso del lavoro svolto fin qui dai ragazzi».
 
Continua il sostegno di Promotica al mondo del rugby. Il lavoro di squadra è principio ispiratore alla base del successo che accomuna Promotica e i Centurioni Rugby, spiega Diego Toscani, AD di Promotica: «Siamo entusiasti di affiancare per il secondo anno i Centurioni Rugby, che si è contraddistinto per successi sia della squadra Seniores sia degli Juniores e che ha formato molti giovani atleti. Il rugby è uno sport di contatto e molto intenso che richiede grandi energie, il tutto nel pieno rispetto dell’avversario e delle regole, con senso di lealtà e amicizia. Promotica abbraccia appieno i valori di questo nobile sport e ha deciso di sostenere una delle squadre più rappresentative e storiche d’Italia».